Horner: con la McLaren sarà sfida per tutto il Mondiale

    Il campionato del Mondo di F1 del 2012 è lunghissimo: ci sono 20 gare in calendario. Non è il caso quindi di fare pronostici a lunghe distanze ma se si guarda con occhi attenti alla prima gara si possono trarre già alcune conclusioni. Al momento le scuderie più forti sono due: McLaren (che ha corso quasi tutto il gran premio iniziale in modalità risparmio, a causa di un calcolo sbagliato del quantitativo di carburante da immettere nelle due monoposto) e Red Bull.

    La Ferrari sembra essere trascinata da Fernando Alonso ma è evidente che ci sono seri problemi durante le qualifiche che compromettono ad ogni gara il buon esito del gran premio.

    Mercedes e Lotus sono molto promettenti, sicuramente molto più veloci della scorsa stagione ma anche in questo caso ci sono problemi di affidabilità e di usura precoce delle gomme.

    Fondamentalmente sono queste 5 le scuderie che si daranno battaglia per la zona punti (le prime 10 posizioni). Quale scuderia vincerà il mondiale? Secondo Chris Horner, team principal della Red Bull, sarà una battaglia fino all’ultima gara con la McLaren, visto che a causa delle diverse caratteristiche delle monoposto in alcune gare andrà meglio l’una e peggio l’altra e viceversa.

    Martin Whitmarsh della McLaren, invece, non ha dubbi: la sua scuderia può vincere il Mondiale ma ad una sola condizione: migliorare costantemente la monoposto. I due piloti sono entrambi molto competitivi (a differenza di Ferrari e Red Bull dove c’è una prima guida e un pilota che arranca) e i presupposti per un’ottima stagione ci sono tutti.

    Ricerca personalizzata