I farmaci generici, cosa sappiamo?

I farmaci generici o equivalenti  sono quei medicinali non coperti da brevetto  o da certificato da protezione  complementare  che vengono commercializzati  direttamente con il nome del principio attivo.

Per essere più precisi ed evitare confusione  tra i possibili sinonimi  si utilizza la Denominazione Comune Internazionale che è una contrazione del nome chimico , di solito troppo lungo, accettato da tutte le nazioni, seguito dal nome dell’azienda che lo produce.

I medicinali generici possono essere sia da banco  e dunque acquistabili liberamente  che prescrivibili. In sintesi si definiscono generici o equivalenti quando presentano lo steso principio attivo, stessa forma farmaceutica, stesso dosaggio e somministrazione.

I medicinali equivalenti  sono sicuri e efficaci  e l’unica differenza tra dil medicinale equivalente e il medicinale di marca è la differenza del prezzo.

Il motivo è semplice, il costo di un medicinale brevettato tiene conto dei costi sostenuti dall’azienda farmaceutica per scoprire e sintetizzare il nuovo principio attivo. Vi possono poi essere delle differenze negli eccipienti, cioè nelle sostanze che confezionano  il prodotto e che non sono principi attivi.

Nella maggior parte dei casi gli eccipienti  sono ininfluenti  per il risultato della cura tranne quando una persona  risulta allergica a uno di essi. Vengono anche rimborsati dal sistema sanitario.

Ricerca personalizzata