Il 60% degli uomini si sente meno attraente della propria partner

La vita di coppia non è una passeggiata.

Sono molte le clausole che vengono “stilate” per giocare ad armi pari e vivere serenamente il rapporto a due. Secondo una ricerca scientifica di recente condotta negli States, l’autostima è una delle componenti fondamentali all’interno di una passionale unione, poiché permette di vivere intensamente l’amore, senza delimitare l’importanza dell’identità individuale.

Impegno e dedizione si crogiolano con le importanti pulsioni emozionali e la fantasia che in parti differenti rimangono protagonisti indiscussi nel percorso della ricerca della felicità e del lieto fine fiabesco. Ma secondo questa ricerca americana ben il 60% degli uomini che ha preso parte alla somministrazione dei test psicologici ha affermato di sentirsi meno attraente della propria donna, inflazionando in negativo il concetto di autostima.

Lo studio in questione che come detto si è avvalso dei principali strumenti testistici, al fine di fornire un quadro completo dei tratti peculiari di armonia e di intesa fra uomo e donna, espone scientificamente l’importanza di compiere autoanalisi comportamentale.

L’abisso caratteriale tra uomo e donna è facilmente intuibile quando lo stesso test somministrato al gentil sesso indica che solo il 25% ritiene che il loro partner è stato più bello di loro.

Gli uomini in analisi hanno detto che saggiano un sentimento di felicità e godimento quanto provocano invidia nei confronti del prossimo per “colpa” della partner bella. Un sorriso accattivante e un carattere affascinante rendono più bello e sensuale un uomo agli occhi della donna che rimane, purtroppo, ancorata ai canoni di bellezza secolari.

[credits: express.co.uk]

Ricerca personalizzata