Il calcio di oggi è fatto di scienza e numeri

Il calcio di oggi è fatto di scienza e numeri: ecco come interpretarli

L’immagine romantica di un calcio tutto sudore, lacrime e sangue ormai appartiene al passato: il gioco delle squadre del nostro Paese che si è sempre contraddistinto per il tatticismo, oltre che per il buon vecchio difensivismo, in questi “tempi moderni” sta cambiando e a tutto questo affianca la scienza e l’analisi dei numeri. Scende in campo l’intelligenza artificiale e non di rado si sentono allenatori e commentatori analizzare i dati statistici sulle performance delle squadre, arrivando a spingersi fino alla valutazione del rendimento dei singoli giocatori, rendimento basato sui km percorsi durante la partita o sul numero di palle perse e recuperate.

Grazie a Internet anche i tifosi comuni possono avere accesso a una grande mole di dati disponibili sulla propria squadra del cuore: informazioni sempre aggiornate e distribuite gratuitamente su siti e app anche in lingua italiana, nel nostro Paese per esempio c’è Livescore.it che va per la maggiore. Siti come questo aiutano gli appassionati di calcio a ottenere le informazioni necessarie, condividerle e sfruttarle per prendere le decisioni migliori. Sapevate che con una semplice APP di calcio gratuita si possono effettuare ricerche veloci su una enorme quantità di dati e statistiche disponibili per ogni campionato, partita, squadra di calcio e persino singolo calciatore? Dalla Serie A alla Champions League fino ai campionati dei paesi emergenti: tutto in un palmo di mano, basta scaricare l’applicazione sul proprio smartphone.

In questo mondo dove esiste un serio problema di eccesso di informazioni, diventa sempre più difficile per i tifosi elaborare e analizzare tutti i dati disponibili sulla prossima partita di calcio di proprio interesse, focalizzandosi solo sulle informazioni pertinenti e aggiornate in maniera accurata e tempestiva. I risultati della Juventus per esempio, saranno anche monotoni ma indicano sempre spunti molto interessanti agli appassionati di calcio e di scommesse sportive.

Qualcuno dice che i dati hanno ammazzato il calcio: se è vero che l’ossessione per le statistiche ha ispirato alcune filosofie del calcio moderno come il gegenpressing o il più famoso tiki taka, dall’altra parte ci sono i tifosi che vogliono sapere tutto sulla squadra del cuore e i loro beniamini, rimandendo sempre aggiornati sugli ultimi sviluppi anche quando si trovano in mobilità.

Intuitivo o analitico? Il calcio, gioco intuitivo e imprevedibile per eccellenza, ha dinamiche costanti e prevedibili, pronosticabili. Esempi: in media, una squadra va a segno ogni 9 tiri in porta, l’80% dei gol arrivano da azioni con 4 tocchi o meno, il 50% dei gol segnati arriva da palle recuperate negli ultimi 30 metri di campo prima della linea di porta. E’ in questa parte del campo, vicino all’area avversaria, che si vincono le partite: tutto dipende dal modo di giocare della squadra oggetto delle nostre attenzioni.

C’è chi è rimasto ancorato all’idea del calcio romantico, chi l’ha vissuta ammirando i Baggio, i Ronaldo e i Pirlo lo ha fatto con passione. Non c’erano molte stastistiche o risultati live a disposizione, ma una radiolina ci riempiva la fantasia di immagini meravigliose. Ora è tutto business.

Ricerca personalizzata