Il femminismo raccontato in vignette

Sono completamente innamorata del potere che hanno i cartoni animati di arrivare alla verità, di arrivare ai problemi in modo rapido e conciso“. Dichiara così la sua grande passione la disegnatrice Liza Donnelly che ha proseguito: “si può arrivare allo spettatore non solo attraverso l’intelletto, ma attraverso il cuore“.

Parte da qui il progetto di Liza Donnelly, scrittrice e fumettista americana, che racconta le donne attraverso i fumetti. D’altronde se le donne ridono sulla propria condizione, allora possono costruire una nuova coscienza e coltivare il cambiamento.

Forma d’arte forse sottovalutata, i fumetti sono un ottimo “veicolo” per la diffusione della notizia. A volte possono essere utilizzati nella pubblicazione di messaggi d’accusa e polemica sottile, a tratti come forma di ribellione o mezzo per la condivisione di pensieri e proposte forti, altre volte invece come decorazione aggiuntiva sulle pagine del New Yorker, ma nonostante questo, Donnelly dà grande importanza culturale al fumetto e ne mette in risalto la longevità.

La proposta di Liza è davvero molto allettante, raccontare le donne e il loro strano e divertente mondo con delle illustrazioni ironiche, pungenti ma pur sempre vere? Missione molto difficile, ma vincente. La disegnatrice ha raggiunto il successo proprio così, grazie alla leggerezza con la quale racconta il nostro mondo, grazie alla simpatia di schizzi e figure non perfette, al bar, nella vita quotidiana, con un libro in mano e un caffè nell’altra, in strada, in spiaggia, al supermercato, in ospedale. C’è da ridere, questo sì, ma anche molto da riflettere. Nell’ironia si nasconde la verità.

Si può avere un’idea di quello che è successo nel paese cercando nei suoi cartoni animati“, ha detto Donnelly. “È affascinante vedere quali fossero i costumi del tempo e quali i pensieri del pubblico. È un ottimo modo per studiare la storia“.

Le vignette hanno un grandissimo potenziale. Si mescolano al giornalismo, all’informazione, alla satira, ma sono, al più semplice dei livelli, arte. In questo modo, Donnelly ha voluto affrontare il tema del femminismo e di tutto il mondo del “sesso debole”.

Donnelly ha pubblicato 15 libri in tutta la sua carriera. Il suo prossimo, “Women on Men” arriverà in autunno. “In tutte le vignette del libro ci sono donne che prendono in giro gli uomini, con amore“, ha detto Donnelly. “È su come le donne possono usare l’umorismo… per cambiare i loro ruoli“.
Il suo libro del 2005, “Divertenti signore” è un ulteriore elemento che ci fa capire la sua attenzione particolare sulla prospettiva femminista.

Da allora ho iniziato a pensare a come avrei potuto disegnare e situazioni divertenti e fare umorismo sul femminismo,” disse, “ma anche sui diritti delle donne“.

Credit photo [lizadonnelly.com]

Ricerca personalizzata