Il made in Italy in vendita: da Fendi a Loro Piana anche la moda lascia il Bel paese

Il celeberrimo made in Italy è la merce più ambita dai compratori azionisti d’oltralpe e l’Italia in piena crisi economica e di valori continua a svendere i prodotti che l’hanno resa famosa a livello mondiale.

Anche il settore moda non rimane incolume da questo passaggio di testimone e dopo Fiat, Telecom, Riso Scotti, gli spumanti Gancia e tanti altri prodotti food passati in mani straniere, anche il made in Italy rappresentato da illustri marchi abbandona il Bel paese

Adesso tocca a Frau.
Ad avviare le trattative questa volta sono gli ambasciatori del made in Italy azionisti del fondo Charme Investments che insieme a Moschini cederanno agli americani di Haworth la loro partecipazione del 58,6% (di cui 51,3% posseduto da Charme e il restante 7,3% da Moschini) nel capitale di Poltrona Frau a 2,96 euro per azione (la società era stata quotata in Borsa nel 2006 a 2,1 euro per azione): un’operazione che porterà nelle casse degli azionisti circa 240 milioni di euro.

La cessione si concluderà entro aprile, quando Haworth lancerà un’Opa con l’obiettivo di delistare la società da Piazza Affari. Sull’operazione ha acceso un faro la Consob al fine di valutare l’andamento dei titoli in Borsa prima e dopo l’annuncio. È quanto riportato dal giornale italiano “Repubblica” nell’articolo redatto a cura di Giuliano Balestreri.

Prima della vendita Frau, che ha portato nelle tasche di Montezemolo 213 milioni di euro, era stato il momento di un altro colosso del made in Italy, Loro Piana: l’80% dell’azienda, per 2 miliardi di euro, è passato al gruppo francese LVMH, Louis Vuitton Moët Hennessy S.A., una holding specializzata in beni di lusso che vanta all’interno delle suo portfolio azionistico aziende come Bulgari, Dior, Fendi, Céline, Emilio Pucci e Kenzo.

Il Qatar, grazie alla società Mayhoola for Investments spc, invece, vanta di essere possessore dello storico marchio della maison Valentino Fashion Group e della licenza per Missoni.

Il made in Italy si allontana sempre di più dalla sua storia: l’Italia non è più degli italiani e vive all’interno di un paradosso in cui a breve i prodotti italiani non verranno più esportati, ma saranno importati in quello che è il loro paese d’origine.

Credits foto [menswearinsight]

Ricerca personalizzata