Il nettare degli dei: l'Idromele

L’Idromele è uno dei liquori più antichi, ed era talmente apprezzato che i Greci e i Romani lo chiamavano anche “nettare degli dei“, conferendogli proprietà magiche e persino divinatorie. Spesso era servito durante le feste nuziali, che nell’antichità potevano durare anche un intero ciclo lunare, cioè circa un mese: sembrerebbe che proprio da questo derivi il termine “luna di miele” per indicare il periodo successivo alla cerimonia di nozze, quando gli sposi continuavano i festeggiamenti per la loro scelta di vita.

Come prepararlo in casa? Di seguito vi svelo gli ingredienti e il procedimento di questo magico intruglio. Si può pensare di regalarlo a dei novelli sposi o di offrirlo  nel mese successivo al vostro matrimonio, o a qualsiasi altra forma di unione pensiate di fare con il vostro amato per richiamare le antichissime usanze.

Ingredienti
400 gr del miglio miele
2 gr di corteccia di cannella
2 chiodi di garofano
la scorza di un limone (di agricoltura biologica)
3,5 dl di alcol a 80 gradi
1 l di acqua

Procedimento
Dentro un vaso chiuso lasciare macerare nell’alcol per dieci giorni la scorza di limone, la cannella e i chiodi di garofano. Trascorso questo periodo, filtrate. Unite il miele all’acqua e fate bollire fino a che il volume non si sarà ridotto alla metà. Lasciate raffreddare e versate questo sciroppo nell’alcol aromatizzato, quindi imbottigliate, chiudendo ermeticamente o con sughero e ceralacca. Aspettate un paio di mesi prima di consumarlo.

Ricerca personalizzata