Gli amanti delle serie tv conosceranno sicuramente Twin Peaks la famosa serie cult che negli anni 90 ha fatto parlare di se, mostrando al mondo un modo tutto nuovo di intendere e realizzare una serie tv.

Prodotta da David Lynch, conosciuto oltre che per la sua bravura per la vista arguta e per lo stile originale, Twin Peaks ha creato attorno a se un microcosmo in grado di catturare l’attenzione di appassionati così come di semplici curiosi, tutti intenti a cercare di scoprire più dettagli possibili sull’evolversi della serie.

Un interrogativo costante che dopo 25 anni ha finalmente avuto modo di trovare la giusta collocazione in una terza stagione, prodotta ancora una volta da Lynch. I fan di allora hanno già dato il via a scambi di opinioni, questa volta non più tra una pausa di lavoro o tra i banchi di scuola ma, come i nuovi tempi insegnano, tramite i social.

Oggi come allora, però, c’è una cosa che non cambia. La voglia di saperne di più e di raccontarsi pareri e pensieri con, ovviamente, un occhio allo spoiler che se un tempo era quasi cercato oggi è temuto da alcuni che pur di non rovinarsi la sorpresa arrivano persino a chiudere le porte di Facebook almeno fin quando non si sono messi in pari con gli episodi.

Twin Peaks, come molti ricorderanno, parla della misteriosa morte di Laura Palmer, giovane adolescente ritrovata in una cittadina americana. Una storia che con connotazioni paranormali ha da subito suscitato interesse e sebbene la seconda stagione non abbia raggiunto i livelli della prima, è rimasta impressa nell’immaginario comune, tanto da far fremere i fan di allora che, dopo tantissimi anni sono ancora in attesa di avere un finale che si possa considerare completo.

Fonti: Immagine presa da giornalettismo.com