In Europa sempre più persone affette da HIV

hiv

In base a nuove diagnosi effettuate, il numero di persone infette da HIV in Europa ha raggiunto il livello più alto nel 2016 da quando sono iniziate le registrazioni, dimostrando che l’epidemia nel vecchio continente   sta crescendo “ad un ritmo allarmante”, hanno detto oggi i funzionari della sanità.

Secondo un rapporto congiunto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità con il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), nel 2016 sono circa 160.000 persone che hanno contratto il virus causa dell’AIDS nei 53 paesi che costituiscono la regione europea. Secondo il rapporto, circa l’80% di queste persone si trovavano nell’Europa orientale.

“Possiamo dire senza dubbio che è il numero più alto di casi registrati in un anno. Se questa tendenza persiste, non saremo in grado di raggiungere l’obiettivo di porre fine all’epidemia di HIV entro il 2030”, ha detto in una dichiarazione il direttore regionale europeo dell’OMS, Zsuzsanna Jakab.

La tendenza è particolarmente preoccupante, hanno detto le organizzazioni, perché molti pazienti erano affetti già da diversi anni nel momento in cui sono stati diagnosticati, rendendo il virus più difficile da controllare e con molta probabilità trasmesso ad altri.

La diagnosi precoce è importante per l’HIV perché consente alle persone di iniziare il trattamento contro l’AIDS col supporto di farmaci più rapidamente, aumentando le loro possibilità di vivere una vita lunga e sana.

“L’Europa deve fare molto di più per combattere il virus HIV”, ha detto il direttore dell’ECDC Andrea Ammon. Ha aggiunto inoltre che “mediamente il tempo che intercorre tra quando viene contratta l’infezione fino a quando una persona viene diagnosticata è di tre anni, un tempo troppo lungo”.

Il rapporto afferma che sono necessarie nuove strategie per ampliare la portata del test HIV, compresi i test forniti da chi di dovere.

Quasi 37 milioni di persone in tutto il mondo hanno il virus da immunodeficienza che causa l’AIDS. La maggior parte dei casi si verifica in regioni povere come l’Africa, dove l’accesso ai test, alla prevenzione e alle cure è più limitato, ma l’epidemia di HIV si è anche dimostrata ostinata nelle regioni più ricche come l’Europa.

La Regione Europea sotto il controllo dell’OMS comprende 53 paesi, con una popolazione di circa 900 milioni di persone. Il rapporto ECDC / OMS ha rilevato che negli ultimi dieci anni il tasso di nuove infezioni da HIV diagnosticate in questa regione è aumentato del 52% passando da 12 su 100.000 di persone nel 2007 a 18.2 su 100.000 nel 2016.

Uno studio dell’ECDC pubblicato all’inizio di quest’anno ha inoltre rilevato che circa uno su sei nuovi casi di HIV diagnosticati in Europa si verificano in persone di età superiore ai 50 anni.

Ricerca personalizzata