In un mare di dubbi l’unica certezza è Ibra

    Torna a vincere il Milan di mister Allegri battendo, a fatica, un buon Genoa. Manco a dirlo la rete della vittoria è stata siglata da Ibrahimovic, quarto gol con la maglia rossonera, primo davanti al suo pubblico in campionato: sempre più certo il suo peso in avanti, nonostante le lacune siano ancora troppe. Infatti se lo svedese risulta per l’ennesima volta decisivo, non si direbbe altrettanto per i suoi compagni; gli uomini di Allegri non sembrano essere ancora entrati a pieno negl schemi del tecnico di Livorno, ciò lo si nota chiaramente dalla fatica sprecata per andare in gol.

    Il primo tempo di oggi è la prova lampante di quanto detto pocanzi: partita statica, prevalentemente combattuta a centrocampo e due occasioni per parte. Boateng e Gattuso hanno scaldato i guanti di Eduardo, mentre per il grifone hanno sfiorato il gol prima Palacio, colpendo un palo, e poi Chico che si è visto respingere il colpo di testa da un super Abbiati.

    Il secondo tempo è proseguito sulla falsa riga del primo: Milan di poco più propositivo rispetto ai rossoblu e alla prima verticalizzazione buona di Pirlo, Ibrahimovic si inventa un gol dal nulla, beffando con una bellissima palombella il portiere portoghese. Dopo il vantaggio i rossoneri sembrano aver trovato il piglio giusto e sfiorano ancora ilgol in un paio di occasioni con Robinho, Seedorf e due volte con Flamini. Genoa che crea poco o niente di concreto e partita che si chiude sull’1-0 per i padroni di casa. Padroni di casa che non potranno nè godersi il successo per preparare la sfida all’Amsterdam Arena con l’Ajax, nè tantomeno potranno beneficiare di un giorno di riposo in vista dei prossimi impegni.

    Ricerca personalizzata