A Lodi è stata inaugurata una cattedrale vegetale. Un’opera situata in un’area di 1617 mq proprio sulle sponde dell’Adda e realizzata con tronchi e rami di legno.

Si tratta della realizzazione postuma dell’artista lodigiano Giuliano Mauri, uno dei fondatori della “Art in Nature”. Nell’area sono stati piantati alberi di quercia che una volta cresciuti completeranno la struttura che è destinata a diventare un luogo di silenzio dove sarà possibile passeggiare in tutta serenità, riflettere ed anche meditare.

Alla realizzazione, che ha il patrocinio da parte della Triennale di Milano, hanno preso parte Roberto e Mauro, i figli dell’ideatore Mauri e direttori dell’associazione Giuliano Mauri, il Comune di Lodi, la Regione Lombardia, alcuni esponenti del mondo artistico e diversi sponsor. Il tutto per un progetto dal costo di 300.000 euro.

La Cattedrale vegetale fa parte del progetto di riqualificazione dell’area ex Sicc, un complesso industriale dismesso. Il progetto è stato approvato verso la fine del 2014 ed è stato diviso in due fasi. La prima riguardante il rinforzo degli argini, eseguiti nel 2015 e la seconda incentrata invece sulla costruzione dell’architettura. Il tutto è stato reso possibile grazie agli aiuti da parte della Regione Lombardia e di alcuni sponsor privati ai quali si è unita anche la Fondazione Banca Popolare di Lodi.

La Cattedrale rappresenta un’idea di magnificenza, un ordine e una sacralità del luogo, ho sempre voluto dare corpo a questa fratellanza che esiste tra il luogo e la sacralità della terra e di questi elementi che si innalzano che sono gli alberi. In questo c’è dentro tutta la filosofia del mio lavoro. Il luogo non mi dimentica e questo mi fa felice, mi piace pensare che la gente attraverserà questo luogo pensando al perché è stata costruita, al perché si è fatta, una domanda che la gente si farà da sé, rendendosi conto che l’opera vale il posto.” [Giuliano Mauri]

Fonti: Immagine presa da comune.lodi.it