Irlanda, trovato accordo su aiuti

    E’ stato trovato l’accordo di massima tra i Paesi della zona Euro, per salvare l’Irlanda dalla bancarotta.

    Ieri sera è stato annunciato un accordo tra l’Eurozona, più Gran Bretagna e Svezia, per far arrivare aiuti all’Irlanda, tramite Fondo Monetario Internazionale e Banca Centrale Europea.

    Il pacchetto sarebbe di quasi 100 miliardi di euro. Secondo le previsioni della vigilia, almeno 45 miliardi di questi andrebbero direttamente a salvare le banche.

    Tutti si sono trovati concordi nel chiedere al governo irlandese garanzie sulla riduzione del deficit, che nel 2010 è del 32% sul pil, una cifra impressionante. Ora, l’Irlanda dovrà, in breve tempo, raggiungere il 3%, un’impresa che dire impossibile è poco, anche a causa del trascorso politico del premier, che ha scialacquato tutti i quattrini in deficit spending.

    Gli aiuti, comunque, non dovrebbero essere sbloccati prima della primavera. 

    Già da oggi, gli irlandesi dovranno attendersi l’inizio di un lungo periodo di lacrime e sangue, con fortissimi tagli alle spese.

    Il governo ha, però, fatto sapere che non aumenterà le imposte, attualmente al 12,5%, come chiesto dalla UE.

    Ricerca personalizzata