Irpef e borse di studio: esenzione per la ricerca post-lauream

    Buone notizie per i laureati che rafforzano la propria formazione con attività post-laurea. L’Agenzia delle Entrate, con una apposita risoluzione, ha infatti precisato che sono esenti dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) le borse di studio che gli istituti di istruzione universitaria e le Università corrispondono ai laureati ed ai laureandi per le scuole di specializzazione, per i corsi di perfezionamento, ma anche per i corsi di perfezionamento all’estero, per quelle attività di ricerca post-dottorato , e per i corsi di dottorato di ricerca.

    Più specificatamente, il documento di prassi, emanato dall’Amministrazione finanziaria dello Stato, specifica infatti come l’esenzione Irpef valga sia per le borse di studio assegnate ai laureandi, sia per quelle attività di ricerca post-lauream che risultano essere svincolate dai corsi di dottorato.

    Nella giornata di ieri, lunedì 22 novembre 2010, l’Agenzia delle Entrate ha altresì emesso una risoluzione, sempre in materia di esenzione dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), riguardante stavolta i voucher di conciliazione, ovverosia quei contributi concessi per aiutare i genitori a lavorare e ad occuparsi della famiglia. Ebbene, al riguardo il Fisco ha spiegato che per il voucher di conciliazione scatta l’esenzione dall’Irpef se questo viene assegnato direttamente al beneficiario e riconosciuto come rimborso sulle spese sostenute ed ammissibili come da apposito bando.

    Ricerca personalizzata