John Elkann si scusa per le parole usate per definire i giovani senza lavoro

John Elkann, il presidente della Fiat, si scusa sul sito della Fondazione Agnelli, per le parole pronunciate lo scorso venerdì davanti agli studenti di Sondrio.

«Voglio chiarire il senso delle mie parole. Sono davvero rammaricato che un messaggio d’incoraggiamento sia stato infine interpretato come un segnale di mancanza di fiducia nei giovani. Il tema che ho discusso con gli studenti di Sondrio è troppo importante per farne occasione di polemiche demagogiche o strumentalizzazione».

Diego Della Valle e Sergio Chiamparino, hanno definito John Elkann un imbecille, invitandolo ad avere più attenzione nel giudicare i giovani.
Elkann aveva infatti insinuato che il lavoro c’è, ma i giovani non sono determinati a cercarlo, affermando «Se guardo alle tante iniziative disponibili, non vedo in loro la voglia di cogliere queste opportunità. Evidentemente non c’è una situazione di bisogno o l’ambizione a fare certe cose».

Il presidente ha anche spiegato che la disoccupazione dei giovani è evidente, ma è anche la debolezza dell’attuale quadro economico italiano a rendere tutto più complicato.
Elkann ha anche invitato i giovani a proseguire gli studi, in quanto secondo i dati riportati dalle ricerche Istat, chi ha un diploma di scuola superiore ha maggiori probabilità di trovare lavoro.

Concludendo John Elkann ha detto «Il senso della mia risposta ai ragazzi di Sondrio, è che non devono mai rinunciare alle loro ambizioni, investendo su loro stessi e le proprie capacità con determinazione».

Ricerca personalizzata