Judi Dench ha gravi problemi alla vista, ma resiste e punta all’Oscar

Judi Dench, che ricordiamo per aver vinto il premio Oscar come “Miglior attrice non protagonista” per il film “Shakespeare in love”, racconta alla testata The Hollywood Reporter di avere un grave problema agli occhi che le impedisce di vedere bene e quindi di leggere anche le battute da dover poi recitare.

Una donna di grande forza d’animo Judi Dench, tenta di minimizzare la sua degenerazione maculare agli occhi, di cui già conosce gli sviluppi per il fatto che aveva già afflitto la madre, affermando:“Non voglio farne un problema eccessivo, ma è difficile – molto difficile.”

Il problema si presenta in coincidenza con l’uscita di “Philomena” – già vincitore del premio BAFTA per la sceneggiatura non originale – un film che ha molto in comune con il “Magdalene” di Peter Mullan, in cui Judi Dench dà vita in modo semplice e disarmante ad un personaggio carico di dolore e coraggio, che le è valso una nomination all’Oscar. In quest’occasione, pare che sia stato il co-protagonista Steve Coogan a leggere all’attrice il copione.

Judi Dench trae la forza di andare avanti dalle cose semplici e sempre alla testata americana racconta questo aneddoto:“Ho sentito una donna di 105 anni intervistata alla radio l’altro giorno, e mi aspettavo che avesse una voce molto fragile, ma invece è uscita questa voce meravigliosa e ha detto al giornalista che la stava intervistando, ‘ti dico una cosa,’ disse , ‘Non smettere di fare nulla. Non smetto mai di fare tutto quello che sto facendo perché altrimenti sarò mai in grado di iniziare di nuovo.’ Ed io ho pensato, ‘Basta così.'”.

Non occorre essere dei cinefili per conoscere e neanche per amare Judy Dench, è sufficiente averla incrociata in una delle sue magistrali interpretazioni: la salomonica e provvidenziale Elisabetta I di “Shakespeare in love”, la ruvida e dolce insieme vecchina di “Chocolat” e la vedova alla riscossa di “Marygold Hotel” sanno commuovervi, divertirvi, farvi riflettere.

L’idea che tanto talento venga castrato dalla perdita della vista suona come uno di quei crudeli contrappassi della vita, ancor più amaro se si tiene presente un’altra dichiarazione del premio Oscar, con la quale la stessa Judie Dench ha ammesso di soffrire anche di gravi problemi di memoria, che le rendono assai complicato memorizzare le sceneggiature.

Tuttavia, l’attrice ancora una volta non sembra incline a farsi abbattere, a conferma di ciò, la vedremo presto nella pièce teatrale “Peter and Alice”, che debutterà a Londra la prossima settimana, che la vedrà al fianco di Ben Wisham.

[credits photo ouchpress]

Ricerca personalizzata