Juventus-Udinese, Conte prova la fuga

Juventus-Udinese, sfida tra bianconeri, partita tra due allenatori che si stimano ma che domani si affronteranno per portare a casa 3 punti fondamentali per il proseguo del campionato. Vigilia tranquilla per entrambe le squadre, che arrivano da due vittorie convincenti rispettivamente contro Livorno e Fiorentina.

In casa Juve l’ottimismo è davvero alle stelle: primo posto ritrovato, vittoria in Champions League ed infermeria che progressivamente si svuota con Conte che può inserire nella lista dei convocati importanti pedine come Lichtsteiner e Vucinic. I padroni di casa dovrebbero quindi scendere in campo con Buffon, per il quale è prevista una piccola cerimonia visto il record di presenze in Serie A, ed una difesa composta da Chiellini, Barzagli e Bonucci. Sulla destra il ballottaggio è tra Caceres e Lichtsteiner con il primo favorito mentre lo svizzero potrebbe entrare a partita in corso, non avendo i 90 minuti nelle gambe.

L’unico problema del mister bianconero sarà a chi affidare la fascia sinistra vista l’assenza per squalifica di Asamoah, ex della partita. La maglia da titolare dovrebbe spettare a De Ceglie, preferito a Peluso. In mezzo tutti disponibili ma difficilmente Conte rinuncerà a Vidal vista lo straordinario momento di forma del centrocampista cileno. I compagni di reparto saranno Pirlo e Marchisio mentre dovrebbe godere di un turno di riposo Pogba.

Davanti il solito Tevez, implacabile in campionato, guiderà il reparto mentre ci sono dubbi sul compagno che affiancherà l’argentino. Probabile comunque una staffetta con Vucinic e Quagliarella che scalpitano nonostante il momento davvero positivo di Llorente.

In casa Udinese invece recuperati Pinzi ed Hertaux, l’unica assenza sarà quella del colombiano Muriel che tornerà a disposizione solamente nel 2014. Guidolin schiererà quindi la miglior formazione a disposizione con il probabile inserimento di Bruno Fernandes a supporto dell’unica punta che sarà Antonio Di Natale, desiderio di mercato juventino nelle scorse stagioni. Importante soprattutto il rientro di Pinzi, uomo di esperienza capace di dare sostanza al centrocampo friulano.

La sfida di domani, inizialmente programmata per le 20:45, si disputerà invece alle 18:30 per garantire condizioni climatiche migliori ai bambini che popoleranno le curve dello Juventus Stadium, aperte ai ragazzi delle scuole elementari e delle scuole calcio, dopo la squalifica del giudice Tosel. In merito a questa situazione spicca senz’altro il parere del tecnico bianconero Antonio Conte che si è così espresso sul tema:”Mi auguro un giorno di vedere tantissimi bambini in curva insieme agli ultras, in un clima educativo, questo è molto importante. Perchè oggi il presente sono gli ultras, il futuro saranno i bambini che diventeranno ultras, quindi sarebbe bello vederli tutti in curva, in un clima educativo e sono convinto che la cosa si possa fare, e ci sarebbe più responsabilità per tutti

La Juve proverà in tutti i modi a consolidare il primato in classifica, spinta dal pubblico di casa ma l’Udinese, dopo aver vinto contro la Fiorentina non si sente vittima sacrificale e proverà in tutti i modi a strappare almeno un punto allo Juventus Stadium. Ci auguriamo quindi di poter vedere una bella partita tra due ottime squadre, sperando un domani di vedere gli stadi sempre pieni e colorati, con ultras e bambini protagonisti. Insieme. Per il nostro calcio non ci sarebbe davvero spot migliore..

Ricerca personalizzata