La celebre maison Krizia diventa cinese

Dopo cinquant’anni di carriera Krizia cede la sua casa di moda al mercato cinese.
La maison milanese è stata acquistata da Zhu ChongYun con la quale Krizia tenta di giungere nuovamente al successo.

La notizia è stata data ieri, e la nuova direttrice promette di “rafforzare il mito di Krizia nel mondo, seguendone lo stile e ripetendone i grandi successi”. Punta, infatti, di espandersi, aprendo nuovi negozi in Cina e a mano a mano nelle più importanti città in Europa, Giappone e Usa.
Inoltre garantisce di dare continuità al carattere della casa di moda.

Mariuccia Mandelli dice quindi addio alla maison fondata a Bergamo nel 1925.Ma tranquillizza tutti: non accadrà come come Paris Group che, dopo aver rilevato il marchio Ferrè, ha venduto lo storico palazzo e licenziato gli stilisti portando il marchio lontano dalle passerelle.
Del resto Mariuccia aveva già confessato nel 2000 di voler abbandonare la scena e ritirarsi dalle passerelle. Aspettava solo un successore degno del nome della sua maison, e non ci resta che credere che quindi lo abbia trovato in Zhu ChongYun.

Krizia che con le sue collezioni ha contribuito alla nascita del prèt-à-porter italiano, oggi, cade nel ciclone delle aziende che lasciano il Bel Paese. Il made in Italy è fortemente in difficoltà e anche una casa di moda come Krizia, che ha puntato tutto alla creatività, oggi saluta le passerelle con la partecipazione alla Fashion Week e dà appuntamento a nuove collezioni che debutteranno con la Milano Moda Donna, esattamente tra un anno.

Vedremo ancora protagonisti gli animali porta fortuna della collezione a cui siamo abituati? Sarà Mrs Zhu a svelarci l’evoluzione di una casa di moda che in Italia, traeva ispirazione dall’arte.

[Credit Photo: glamyou.co.uk]

Ricerca personalizzata