La digitalizzazione delle PMI: una strategia contro la crisi

«Bisogna puntare sulla tecnologia per promuovere la crescita delle PMI» ha esortato Carlo Mauceli, nuovo National Digital Officer di Microsoft Italia durante la chiusura della settimana per il rilancio delle piccole e medie imprese italiane.

Il rapporto del Boston Consulting Group (BCG), agenzia specializzata in analisi economiche, ha mostrato come la digitalizzazione ha favorito l’aumento del capitale di molte aziende «Le PMI più tecnologiche hanno avuto una crescita superiore al 15% e hanno creato posti di lavoro ad una velocità quasi doppia rispetto alle aziende meno avanzate» ha illustrato uno dei delegati BCG, «Negli Stati Uniti, in Germania, in Cina, in Brasile ed in India, infatti, le aziende che utilizzano il cloud ed altre tecnologie hanno registrato un fatturato pari a $770 miliardi».

Le PMI italiane che utilizzeranno internet e le nuove tecnologie riusciranno ad oltrepassare il confini nazionali e transoceanici, non solo aumentando il proprio portafoglio di clienti ma anche salvaguardando l’originalità dei propri prodotti. «I siti internet e i blog aiutano per la pubblicizzazione del proprio articolo e permettono di evitarne la contraffazione» spiega Mauceli «si può generare una spazio nel quale è descritta la propria merce e i fattori d’originalità». Le PMI legate al mondo dell’agricoltura e della moda vedrebbero così diminuire il mercato sommerso della contraffazione.

Molte società di servizi informatici propongono cloud adattabili alle esigenze di ogni azienda per trasformare loro attività in un commercio di tipo mobile. «Le PMI devono incominciare ad investire in un server con applicazioni multipiattaforma e georeferenziazione» ha detto Mauceli «Così disporranno di un fluido ecosistema di apps, che permetterà loro utilizzare un’ infrastruttura device e services. I dirigenti ed i clienti godranno di servizi semplici, veloce e di fruibilità quasi immediata che garantirà una maggiore credibilità dell’azienda quindi una sua crescita».

La digitalizzazione delle PMI è stata promossa dal Governo che qualche settimana fa ha approvato il decreto “Destinazione Italia”. «Sono stati stanziati dei finanziamenti a fondo perduto. Ogni regione secondo propri criteri di valutazione, rimborserà alle PMI mediante un voucher di 10.000 euro l’acquisto di software e di hardware e la formazione del personale nel campo dell’ITC» ha spiegato Roberto Sambuco, capo Dipartimento Comunicazioni dello Sviluppo Economico. «Per promuovere la diffusione di servizi di connettività digitale, inoltre, è stata approvata una detrazione di imposta del 65% per un massimo di 20.000 euro le PMI che si dotato banda ultra larga (da 30 Megabite in su)».

«Osate! Abbiate coraggio!» ha concluso Mauceli rivolgendosi agli imprenditori delle PMI «puntate sulla digitalizzazione, poiché è l’unica strategia che può creare un circolo virtuoso di crescita».

Ricerca personalizzata