La Eurocup parla brianzolo

Inarrestabile FoxTown: Cantù non sembra più volersi fermare e asfalta i tedeschi dell’Artland a domicilio. Con la vittoria di ieri la squadra di Sacripanti si conferma guida del girone, che la vede protagonista assoluta con 12 punti in classifica e il pass per la seconda fase dell’Eurocup saldamente in mano.

Serata di Eurocup, serata di Aradori: 29 punti totali, con spaventose percentuali da tre punti (7/9). Il giocatore ex Siena sembra trasformarsi nella competizione europea, inattaccabile macchina da guerra che produce punti e vittorie. Ragland e Leunen partecipano al banchetto tedesco con 13 e 12 punti mentre Gentile, di solito super partendo uscendo dalla panchina, si ferma solo a quota 5. Per i tedeschi Thomas e Holston raggranellano qualche punto, 13 il primo, 11 il secondo, a poco bastevoli per fermare la corsa dei brianzoli. Punteggio finale 81 a 68 per Cantù.

Vittoria anche per Sassari che supera l’Oldenburg di Crosariol con il punteggio di 82 a 74. Successo contornato dalla tristezza: la tragedia che ha messo in ginocchio la Sardegna ha lasciato il segno anche nei giocatori della Dinamo, legati nell’abbraccio simbolico al popolo sardo nel minuto di silenzio pre-match. Il pubblico del PalaSerradimigni ad inizio gara è rimasto in piedi per 5 minuti, stretto e fiero, mentre negli altoparlanti risuonavano le note di Domo Mea di Andrea Parodi e dei Tazenda, e sugli spalti campeggiava lo striscione “UNITI NEL DOLORE DELLA NOSTRA TERRA”.

Il campo ha visto il solito Drake Diener mattatore di serata con 23 punti, mentre Caleb Green e Johnson si iscrivono a referto con 17 e 13 punti. Per i tedeschi buona prova del nostro Crosariol con 14 punti. A fine partita la squadra sassarese ha sventolato, con Sacchetti, Brian, in prima fila, il simbolo dei 4 mori, per dimostrare l’attaccamento alla terra isolana, in un clima di profonda commozione.

Niente da fare per Varese e Roma che vedono incrinare e non di poco la chance di poter accedere alla seconda fase della competizione. I Capitolini, capitolano contro i francesi del Gravelines, squadra in testa al girone dell’Acea. Per i giocatori di Dalmonte una sconfitta amara, dopo una gara in sostanziale equilibrio: decisivo il parziale di 10 a 0 del quarto periodo che dato modo ai padroni di casa di involarsi verso il successo. Punteggio finale 74 a 64 con Hosley da 16 punti e Taylor da 14 in maglia Acea. Per i francesi Camara con 20 punti e Johnson con 15.

Beffa a Varese con la Cimberio superata al termine dell’overtime dall’Olijmpia Lubiana. Il canestro di Gailius è decisivo, e corona una straordinaria prestazione dell’ex Virtussino autore di 31 punti. Finale 83 a 82 per gli ospiti, capaci di tener testa ad una Varese mai doma che sembrava potersi aggiudicare l’intera posta in palio, con Clark da 23, Ere 22 e Coleman, recuperato dall’infortunio, da 14 punti. Desolatamente a 2 punti in classifica la Cimberio sembra pronta ad ingaggiare Banks per aggiungere maggior talento, ma almeno in Eurocup, i giochi sembrerebbero fatti.

[foto :www.gazzetta.it ]

Ricerca personalizzata