La grande bellezza vince il Golden Globe come miglior film straniero

La grande bellezza ce l’ha fatta. Dopo il trionfo agli ultimi EFA di Berlino, l’opera di Paolo Sorrentino conquista anche il prestigiosissimo Golden Globe, assegnatogli quale miglior film in lingua non inglese. La cerimonia di consegna si è tenuta stanotte presso il Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills.

A ritirare il premio lo stesso Sorrentino, visibilmente emozionato, che ha commentato la vittoria dedicandola alla propria famiglia e all’Italia, “un paese pazzo ma con tanti pregi“.
La grande bellezza ha battuto l’agguerrita concorrenza de La vita di Adele (Abdellatif Kechiche, Francia), Il passato (Asghar Farhadi, Iran), Il sospetto (Thomas Vinterberg, Danimarca) e The Wind rises (Hayao Miyazaki, Giappone).

L’Italia non si aggiudicava il Golden Globe addirittura dal 1990, quando vinse Nuovo Cinema Paradiso di Tornatore, che poi conquistò anche l’Oscar come miglior film straniero. A proposito di Oscar, salgono a questo punto le chance per il film di Sorrentino, che sarà in corsa anche agli imminenti BAFTA: fatto fuori l’avversario principale, Il passato di Farhadi (comunque battuto ai Globes), La grande bellezza pare a questo punto essere tra i favoriti per la consegna dell’Academy, perlomeno osservando i titoli che compongono la shortlist.

Il lungometraggio di Sorrentino, accolto da subito con un ottimo feedback da parte di critica e pubblico, restituisce dunque al nostro cinema la dignità che merita e mette dunque fuorigioco le malignità sulla presunta incapacità della produzione nostrana di varcare i confini nazionali.

Prossimo appuntamento: consegna dei BAFTA, il 16 febbraio. Poi inizierà la grande attesa per il 2 marzo, la grande notte degli Oscar.

Ricerca personalizzata