La madre non gli permette di tenere il cane in casa, 19enne le spara nel sonno

andrew e lisa marie willson

Andrew Willson, 19enne americano, deve rispondere di un’accusa molto seria, vale a dire quella di omicidio volontario. Sarebbe stato lui, infatti, ad ammazzare la madre di 51 anni. E a quanto sembra l’omicidio sarebbe avvenuto per un motivo a dir poco inimmaginabile: la madre non avrebbe permesso a Andrew di tenere un cane in casa.

Stando a quanto riporta il Lansing State Journal, Andrew, un teenager apparentemente come tanti, avrebbe ucciso nel sonno la madre Lisa Marie Willson, che dormiva tranquilla e beata nel suo letto a Wheatfield Township, nello stato del Michigan. Le autorità affermano che il giovane ha chiamato i soccorsi per denunciare la scoperta del cadavere della madre, di cui lui ovviamente si diceva assolutamente estraneo.

Quando gli agenti sono giunti in loco, però, hanno subito sospettato che potesse essere stato il ragazzo ad uccidere la madre, anche perché l’abitazione non mostrava segni di effrazione che potessero dar modo di pensare a un intervento di terzi.

Messo alle strette dallo sceriffo Charles Buckland, Andrew, poche ore dopo, non ha potuto fare altro che confessare l’omicidio. Il 19enne ha ammesso di aver sparato un colpo di pistola in testa alla madre perché lei non gli aveva dato il permesso di tenere in casa un cagnolino che normalmente viveva con il padre (i genitori erano separati).

Ora quindi Andrew dovrà rispondere, oltre che dell’accusa di omicidio, anche del possesso di arma da fuoco: il ragazzo, per uccidere la madre, si è servito di una 22 Magnum che la povera Lisa teneva custodita in un armadietto di casa.

Ricerca personalizzata