La Pasqua 2012 regala due chili in più da smaltire agli italiani

    La Pasqua 2012 lo abbiamo detto, ha costretto gli italiani a rimanere in famiglia, a casa, a circondarsi di pietanze casalinghe e cucinate secondo la regola della buona cucina tradizionale. Complice anche il mal tempo che abbiamo visto un po’ in tutta Italia tra Pasqua e il giorno di Pasquetta con nuvole, pioggia e grandi raffiche di vento freddo, gli italiani hanno aumentato il loro peso di 2 chili. Questo è quanto stimato dalla Coldiretti, una condizione fastidiosa che impegnerà non poco i festeggianti nell’eliminazione del peso superfluo prima della rigorosissima prova costume estiva.

    Le giornate pasquali all’insegna del lungo fine settimana, sono state costellate di numerose calorie che non sono state eliminate dall’attività motoria tipica di quei giorni; questo proprio perché in alcuni casi si è dovuto dire addio alla famigerata scampagnata in campagna e quindi ai ritrovi sui campi, alle passeggiate e ai giochi fuori porta.

    Le pietanze sono state ricche di calorie, se considerate che la tradizione impone in molti casi, la colazione con uova sode, quindi considerate già un buon apporto calorico fin dalla mattina, per poi proseguire con il pranzo di Pasqua e quello consecutivo di Pasquetta che sono stati ricchi di lasagne, tortellini, agnello accompagnato spesso da patatine fritte e o al forno, per poi completare il tutto con la classica colomba pasquale, oppure come abbiamo notato dalla pastiera napoletana che è stata quella più gettonata, per non parlare delle numerose uova di cioccolato pasquali regalate per il piacere dei bambini. Tutte queste combinazioni accumulate in due giorni, hanno regalato agli italiani 2 chili certi che dovranno essere smaltiti nelle prossime settimane. Il mal tempo come già preventivato dalle condizioni meteo, è stato un alleato del grasso superfluo; le numerose grigliate si sono svolte in casa, nel privato delle proprie abitazioni, il tutto ha comportato numerose ore trascorse a tavola senza poter smaltire, come detto, quanto assunto con i riti culinari pasquali. Se ci si aggiunge anche qualche bicchiere di alcolico in più, i conti calorici salgono alle stelle.

    Che cosa fare dunque per eliminare e smaltire questi due chili di troppo? La Coldiretti ha dato delle semplici indicazioni alimentari, che coincidono con quelle della sana alimentazione; in più ha aggiunto dei consigli adibiti ad eliminare le scorie accumulate in questi due giorni, suggerendo per esempio di assumere succo di limone per condire le insalate che stimola la rigenerazione del fisico e la depurazione del corpo dai grassi in eccesso. Questo per effetto della diuresi.

    Si consiglia come sempre di mangiare frutta e verdura di stagione: insalate verdi, così come anche le zucchine, la cicoria, le carote e gli spinaci. Per la frutta preferite kiwi, arance, pere e banane. Inoltre si consiglia di condire sempre con olio extravergine di oliva, ricco di antiossidanti, ottimo per contrastare l’invecchiamento, e soprattutto ottimo perché favorisce l’eliminazione delle scorie in eccesso accumulate durante le festività pasquali. Se potete, aggiungete l’attività fisica, bastano anche lunghe passeggiate; vi aiuterà a perdere i due chili di troppo incassati nell’ultimo fine settimana di festa.

    Non dimenticate di bere tanta acqua per favorire la diuresi e la depurazione.

    Ricerca personalizzata