La rete impazzisce per Rocco Siffredi candidato Sindaco a Palermo, sarà vero?

    L’ultimo “trend” del  web è ritenuto dai più una grossolana bufala, eppure la presunta candidatura a sindaco di Palermo del famosissimo pornoattore Rocco Siffredi sta entusiasmando migliaia di navigatori dei social networks. Sulla neonata pagina di Facebook dal titolo “Rocco Siffredi Sindaco di Palermo – Elezioni 2012” le adesioni all’iniziativa hanno già superato il migliaio in poche ore, e vengono sfornati slogan per la campagna elettorale ricchi di allusioni e messaggi subliminali, in realtà nemmeno troppo celati. Si va dal classico “Quando il gioco si fa DURO, VOTA ROCCO!” fino al più elaborato “ModiFICHE ai calendari delle lezioni UNIVERSITARIE con l’aggiunta dell’ora di DARLA!”.

    La frase introduttiva dell’amministratore della pagina, che in teoria dovrebbe essere proprio lui, è in verità piuttosto credibile: “Cari cittadini, ho deciso di candidarmi perché credo che siete abbastanza stanchi di questa politica falsa e corrotta. E’ giunta l’ora di buttarli tutti fuori. Scegliete voi come, io vi metto a disposizione i miei mezzi” ma al momento non risultano dichiarazioni verificabili da parte dell’attore.

    Su Twitter la questione è entrata negli argomenti più “caldi” del giorno, e tra il serio e lo scherzo qualcuno comincia a credere e gradire l’idea, a dimostrazione dell’attuale voglia di novità su tutti i fronti nella scena politica. Di recente Siffredi ha prestato anche il suo volto ed il suo corpo per una campagna promossa dall’associazione belga “Child Focus”, insieme all’attrice hard “Pussycat”. Presentandosi nello spot a torso nudo e con le braccia incrociate, i due ribadiscono che la pedopornografia non è pornografia, ma solo un abuso su persone vulnerabili, un triste fenomeno che nel solo Belgio è aumentato nell’ultimo anno del nove per cento.

    Ultim’ora: Come volevasi dimostrare era tutta una goliardata. Interpellato dal settimanale Panorama, Rocco Siffredi ha dichiarato di essere all’oscuro di tutto ed aver appreso dell’iniziativa da telefonate di conoscenti. Molto divertito, l’attore afferma tra l’altro che dopo tutto questo clamore un pensierino a candidarsi lo farebbe, anche se per il momento si limiterà ad aiutare un amico in lista per le prossime amministrative ad Ortona, e guai se poi non si comporterà bene: “…la politica è una cosa seria. Chi la fa deve accettare alcuni compromessi ma anche assumersi una pesante responsabilità. Non si può prendere in giro la gente…”.

    Ricerca personalizzata