La Roma si riprende l’Olimpico, battuta una coraggiosa Fiorentina

Nel 4° anticipo della 15a. giornata, quello di mezzogiorno, la Roma ritrova la vittoria davanti i suoi tifosi ed allontana la pressione del Napoli. La Fiorentina nonostante una partita coraggiosa, non riesce a fare punti e vede un pò più lontano il terzo posto, in attesa del match dell’Inter di stasera.

Cronaca del match.
La Roma vuole tornare alla vittoria dopo i 4 pareggi consecutivi per riportare a meno 3 il distacco dalla Juve, per farlo Garcia conferma Ljajic al posto di Borriello, affiancato da Gervinho e Florenzi, mentre Totti parte dalla panchina.
La Fiorentina ha la ghiotta occasione, vincendo, di portarsi a meno 2 dal terzo posto, sfruttando il mezzo passo falso del Napoli di ieri sera, ma Montella decide di fare a meno di Pizarro che viene sostituito in regia da Ambrosini, davanti fiducia a Vargas con Cuadrado e Rossi.
Partita spettacolare sin dall’inizio, i primi 5 minuti sono tutti viola con Vargas che al terzo ha subito una grande occasione con un bel tiro al volo parato da De Sanctis, ma a passare al sesto è la Roma con una grande invenzione di Gervinho che dopo un dribbling ubriacante sulla sinistra serve Florenzi nell’area piccola che a sua volta scarica su Maicon che in seconda battuta infila Neto da due passi.
La reazione della Fiorentina tarda ad arrivare e la Roma ne approfitta creando un vero e proprio assedio con i suoi uomini più offensivi, Gervinho, Florenzi e Pjanic.

Prova a rispondere Rossi che al 21° dentro l’area non riesce a centrare la porta a tu per tu con De Sanctis. Al 26° ancora Gervinho vicinissimo al gol, ma l’ivoriano scivola sul più bello e come accade spesso, il gol sbagliato si trasforma nel classico gol subito.
Al 30° Tomovic percorre tutta la linea di fondo, serve un bel pallone a Vargas che scarica in porta un tiro perfetto, 1 a 1. Il primo tempo si chiude con un bel colpo di testa di Benatia, che non riesce a trovare la porta sugli sviluppi di un corner.

Secondo tempo che inizia sulla falsa riga del primo: la Fiorentina ci prova al 50° con un cross di Pasqual che attraversa l’area piccola ma non trova il tap-in vincente di nessun attaccante. Cresce la Roma che colpisce un palo al 62° con Strootman che rappresenta il preludio al gol.
Minuto 67: altro dribbling perfetto di Gervinho e cross basso per il neo entrato Destro, che impatta il pallone insaccandolo in rete: 2 a 1 Roma. Dopo mesi di assenza, il bomber ex Siena, non poteva sperare in un rientro migliore.
La Fiorentina è viva e lo dimostra con Pasqual che su punizione mette in difficoltà un attento De Sanctis.
La sfida è bellissima, i viola fanno la partita ma la Roma non smette di attaccare e di crearsi occasioni per incrementare il vantaggio. All’88° Pjanic si fa ammonire per la seconda volta lasciando i suoi in 10, ma nonostante i vari attacchi e la superiorità numerica il risultato non cambia fino al triplice fischio.

Garcia torna a sorridere, la Roma è tornata in corsa e il Napoli adesso è più distante.

Ricerca personalizzata