Il genio di Albert Einstein non sarebbe riuscito a concepire una formula cogitata per le vacanze, ma oggi la ricerca scientifica abbatte qualsiasi frontiera e crea nuovi ponti contemplati per il totale benessere dell’uomo.
La vacanza perfetta non è più un progetto utopico.

Lo psicologo britannico Holmes, grazie ai suoi numerosi studi, è riuscito a formulare una vera e propria formula algebrica.

Il Dottor Holmes suggerisce che i turisti dovrebbero mirare a prenotare il loro viaggio con almeno 120 giorni di anticipo e pianificare meticolosamente un’attività al giorno durante la loro vacanza. In questa maniera si otterrebbe- ecco il segreto- la chiave di lettura per raggiungere la felicità, il valore pregiato insito all’interno delle dinamiche del soggiorno in versione turista ottenendo così il massimo beneficio da queste fughe dall’ordinaria routine.

Lo psicologo spiega: “Quando facciamo cose nuove o diverse dalla consuetudine si può creare ciò che noi chiamiamo nascita dei ricordi episodici, che sono spesso conseguenza di apprezzamento e quindi rimangono più impressi nella nostra memoria. Una vacanza dove facciamo la stessa cosa ogni giorno è con meno probabilità fonte generatrice di ricordi episodici, piacevoli, contrariamente a quella in cui le persone cercano, conoscono e approfondiscono cose nuove”.

In maniera consequenziale all’affermazione di Holmes si può calcolare facilmente la formula algebrica da lui concepita. Il valore totale della vacanza è calcolato da due sotto-valori: i giorni fino alla vacanza o ‘attesa’, e le ‘expected memories’ che tengono conto della durata della vacanza e del numero delle attività programmate durante quel periodo.

Il valore massimo della vacanza è limitato al 100 % che, se raggiunto, comproverebbe la tesi dell’ analista.

La vacanza perfetta esiste ed è scientificamente provato

Per coloro che vogliono provare concretamente la formula per se stessi, Eurocamp ha sviluppato un widget di linea che può lavorare i dati e fornire il valore specifico della ‘vacanza programmata’. Gli utenti rispondendo a quattro semplici domande sulla loro prossima villeggiatura otterranno il risultato matematico della quantificazione del loro benessere.

Cambiando l’ordine dei fattori il risultato non cambia, un aereo, un hotel e una città meravigliosa porteranno ad una vacanza perfetta, una scala metrica oggettiva per gli scientifici, soggettiva per i romantici e, senz’altro, tanti ricordi.