La vendetta veste Prada, il ritorno di Miranda Priestly

Anche se sembra ieri, sono passati ben dieci anni da quando le lettrici ed i lettori più incalliti si sono appassionati alla vita di Andrea Sachs nella patinata rivista Runway: adesso la scrittrice da record Lauren Weisberger ha deciso di dare un seguito a quella storia campione di incassi, con il titolo de La vendetta veste Prada.
E’ proprio una vendetta quella che Miranda Priestly sta preparando nei confronti di Andrea, dopo il suo abbandono di Runway per mettersi in proprio. La rivista che ha fondato insieme alla sua migliore nemica, adesso socia, va a gonfie vele, sta per sposarsi con uno scapolo d’oro e vive la nuova vita da donna in carriera; ma niente può farla sentire al sicuro, il red carpet è tutta una serie d’occhi addosso ed è impossibile non temere, da un momento all’altro, l’arrivo del diavolo della moda.

Il libro a cui il nuovo lavoro fa da sequel, Il Diavolo veste Prada, è stato un successo di critica ed incassi anche nella sua trasposizione cinematografica, grazie anche all’interpretazione magistrale di Meryl Streep nei panni di Miranda e di una Anne Hathaway ancora alle primissime armi e che necessitava di un nome nella Hollywood che conta.
Molte le donne giovani o meno giovani che hanno provato ad immaginarsi dietro ad una scrivania a criticare e a dibattere di gusti e stile di attori, modelle e stilisti d’alta moda che spesso compiono lavori dal gusto ambiguo. Altrettante le donne che ucciderebbero per essere le assistenti di Miranda Priestly, così come la Weisberger ama definire il posto assunto da Andrea Sachs.

Il libro è uscito in Italia il 12 novembre ed è già cliccatissimo non soltanto sui siti per ebook reader ma anche nei negozi online di vendita letteraria. Inevitabile il boom di vendite nelle librerie delle grandi città. Il nuovo lavoro non ha ancora ufficializzato la sua posizione di debutto in classifica, ma dalle recensioni del web, c’è da scommetterci, il primo posto sarà di Miranda Priestly.

Ricerca personalizzata