L’auto e il decreto “cresci-Italia”: in arrivo novità per benzinai e rc auto

    Novità in arrivo per carburanti e rc auto. Arrivano dal decreto “cresci Italia” sulle liberalizzazioni varato dal Consiglio dei Ministri, un pacchetto di riforme che punta a rilanciare la crescita del Paese e a traghettarlo fuori dalla crisi,  “liberando”  il mercato.

    Tante le novità previste dal decreto. Alcune di queste non risparmiano l’auto. Toccheranno infatti da vicino anche gli automobilisti le misure prese nei confronti dei benzinai e delle rc auto. Quanto ai carburanti, al via la possibilità per i benzinai di riunirsi in consorzi con altri benzinai per acquistare all’ingrosso grandi quantità di benzina e ottenere sconti maggiori.

    Al bando inoltre i contratti di esclusiva tra gestori-proprietari degli impianti di carburante e compagnie.  I distributori potranno comprare dal migliore offerente sul mercato. Via libera, inoltre, alla vendita  nei distributori  anche di prodotti non-oil (come ad esempio  alimenti, giornali e riviste, tabacchi e altro) e self service  senza limiti fuori dai centri abitati. Nuove norme anche sull’esposizione dei prezzi: dall’alto dovrà essere indicato il prezzo al litro del diesel, poi di benzina, GPL e metano. A parte, invece, andranno segnalati  i prezzi di benzina o gasolio super, cioè quelli speciali.

    Sul fronte Rc auto confermata la scatola nera in auto che monitora l’attività dell’auto, in cambio dello sconto praticato all’assicurato da parte della compagnia. Al via inoltre l’obbligo per le compagnie assicurative di presentare almeno tre preventivi al cliente prima di stipulare la polizza. Prima della firma del contratto l’utente dovrà quindi essere informato sulla concorrenza. Un atto di trasparenza informativa, questo, a cui le agenzie assicurative saranno tenute nei confronti dei clienti.

    Ricerca personalizzata