Lavori forzati per le italiane in Eurocup

Neanche il tempo di levarsi le maglie e curarsi le ferite dopo l’appassionante domenica di campionato: Roma, Sassari, Cantù e Varese tornano subito a calcare il parquet per una due giorni di basket europeo tutta da gustarsi. Inizia oggi il secondo round dei gironi di Eurocup.

Tante e difficili le sfide che aspettano le italiane impegnate nella seconda giornata della competizione europea, e qualche volto noto attende al varco le nostre squadre. Valigia svuotata dai ricordi e piena di grandi aspettative per i tanti ex del campionato italiano che si troveranno impegnati contro le nostre compagini.

L’Acea Roma inaugura la seconda giornata di Eurocup sfidando in serata a domicilio il Mons-Hainaut, squadra belga. Gli uomini di Dalmonte sono chiamati alla grande partita per conquistare i primi punti nel girone dopo la debacle della prima giornata subita tra i canestri amici dai francesi del Gravelines Dunkuerque.

La doppia faccia dell’Acea, ottima in campionato, meno contro le avversarie europee, rende il pronostico arduo ma le recenti sconfitte in campionato e coppa dei belgi, che tra le proprie fila annoverano Battle ,vecchia conoscenza di Capo d’Orlando, lasciano presagire che una vittoria capitolina in trasferta non sia pura utopia. Attesa per il duo Hosley–Goss che nella partita di domenica, vinta contro Brindisi, ha trovato un altro moschettiere pronto a sguainare la spada e difendere la squadra di Roma: Michal Ignerski, ala grande polacca, autore di una buona prova contro la squadra allenata da Piero Bucchi.

Impegno casalingo al PalaWhirlpool di Varese per la Cimberio che mercoledì affronterà i francesi del Paris Levallois. La sconfitta nel derby con Milano di domenica sera brucia ancora e i tifosi di Varese stanno preparando un’accoglienza super per gli uomini di Frates. Grande l’attesa per Coleman chiamato a sciogliere la tensione e consacrare l’enorme talento che l’ha lanciato, nei pronostici di inizio campionato, tra le stelle della nostra serie A. Il giocatore americano è reduce da una brutta prova contro l’Olimpia e tutti si aspettano una reazione d’orgoglio. Con il nostro Polonara dovrà far valere il fattore campo.

Nel roster dei francesi pesante l’assenza di Sean May, ex promessa Nba, che ha causa di innumerevoli problemi fisici ha dovuto abbandonare i pro per tentare la scalata ai vertici del basket europeo; visto in Italia con la maglia di Montegranaro, il figlio del grande Scott, stella del campionato italiano in maglia Torino, non sembra aver lasciato nella terra natia la sfortuna che finora ha bloccato la sua carriera, riportando nell’ultimo turno di campionato francese l’ennesimo infortunio che lo terrà lontano dai campi per almeno 6 settimane.
Due squadre appaiate a 0 punti che si daranno battaglia per schiodarsi dal fondo della classifica nel loro girone.

Altro duello italo–francese quello che vedrà impegnata Cantù in casa del Le Mans. Ragland e soci dovranno cancellare alla svelta l’incubo Diener (31 punti) della serata di Sassari e presentarsi alla partita carichi e reattivi. L’azzurro Pietro Aradori cercherà di confermare la straordinaria prova dell’esordio europeo al Pianella contro i tedeschi dell’Artland, segnata dai suoi 28 punti che gli sono valsi la candidatura tra i top della prima giornata di Eurocup.

Padrone di casa pronto ad accogliere la sua ex squadra il play DaShaun Wood, che ha lasciato ricordi indelebili nella memoria del popolo canturino, idolo assoluto della tifoseria nella stagione 2007-08. Dopo l’esperienza a Treviso e le eccellenti apparizioni in Germania tra Berlino e Francoforte, il giocatore americano guida, alla sua prima stagione in terra francese, la squadra del Le Mans a caccia di grandi risultati. Dopo la vittoria del primo turno contro Zagabria è il turno della Cantù di Sacripanti, che dovrà avere pazienza e velocità nella città della ben nota gara automobilistica.

Impegno delicato al PalaSerradimigni per la Dinamo Sassari che affronta, sempre mercoledì, Bilbao. L’inizio di stagione con la sconfitta di Bologna aveva dato il via ad un susseguirsi di voci intorno alla squadra di Sacchetti, in particolare alla luce del paventato dualismo interno tra i due play Diener e Green. La grande diplomazia del coach di Sassari e il pronto intervento del patron Sardara hanno riportato tutto alla normalità, e il Banco di Sardegna ha letteralmente spiccato il volo, prima schiantando in trasferta l’Oldenburg di Crosariol nell’esordio in Eurocup, poi dominando nel finale Cantù, nel duello che ha acceso il tardo pomeriggio di domenica.

Drake Diener, autore di una partita spettacolare nell’ultimo turno di campionato, dovrà vedersela contro l’infinito orgoglio basco della squadra di Bilbao. Gli ospiti presentano un roster di tutto rispetto: Raul Lopez, Mumbrù e Grimau sono solo alcuni dei nomi altisonanti che vestono la maglia della squadra basca, finalista nell’ultima edizione di Eurocup. La partenza nel campionato spagnolo è stata complicata, con due sconfitte consecutive, ma l’esordio europeo è stato più che positivo con la vittoria contro il Cedevita, altra squadra croata allenata da Repesa. Una sfida che promette scintille.

[foto : www.varesesport.com ]

Ricerca personalizzata