Le compagnie americane offrono servizi wi-fi in volo

Gli Stati Uniti, come sempre, sono un passo avanti rispetto all’Europa.
In questo caso si tratta della possibilità di usare i dispositivi elettronici e il wi-fi in volo.
La Federal Aviation Administration ha autorizzato l’utilizzo del wi fi in tutte le fasi del volo, ponendo fine a tutte le polemiche che riguardano il pericolo d’interferenze con le apparecchiature di bordo.

Un comitato di esperti ha, infatti, giudicato che gli aerei destinati a trasporto dei civili possono tollerare i segnali emessi dai Portable Electronic Devices, cioè smartphone, tablet, palmari, lettori di e-book.
Unica limitazione ancora in piedi riguarda le conversazioni.
Naturalmente, nel manuale che la Federal Aviation Administration ha predisposto, ci sono tutte le istruzioni utili con l’indicazione, per gli equipaggi di poter imporre lo spegnimento dei dispositivi in alcuni casi particolari, come in condizioni di mal tempo o di scarsa visibilità in fase di atterraggio.

In questi giorni fa notizia l’iniziativa della compagnia Delta Air Lines che ha introdotto un pass per l’uso del wi-fi Mobile a partire da 1,95 dollari per voli con durata inferiore alle due ore.
Naturalmente, a seconda della rotta e della durata del viaggio, ci saranno variazioni di tariffe. I viaggiatori, ad esempio, potranno navigare per un giorno intero al costo di 14 dollari.

Nel frattempo il comitato di esperti ha dato il via ad ulteriori accertamenti tecnici per poter valutare la compatibilità delle interferenze telefoniche con gli apparecchi di bordo.
In Europa sono pochissime le compagnie che consentono l’uso del wi-fi a bordo tranne che in fase di decollo ed atterraggio. Unico esempio che segue le indicazioni americane è dato dalla compagnia Norwegian che, nei voli low cost consente di usare i dispositivi di navigazione su internet anche durante il viaggio.

Ricerca personalizzata