Le fragole, lacrime di Venere: consigli su come sceglierle e prepararle

Le fragole sono forse la varietà di frutta più apprezzata. Grazie al loro colore rosso intenso, al loro profumo e al loro inconfondibile sapore piacciono proprio a tutti. Oltre ad essere poco caloriche sono anche ricche di fibre, vitamine e sali minerali: sono quindi ottime in ogni momento della giornata, a colazione o come spuntino.

Forse non tutti sanno che la prima coltivazione di fragole ha origini antichissime (risalenti agli inizi del 700 in Francia) e che esiste una leggenda che riguarda gli antichi romani. Essi avevano l’abitudine di mangiare questo dolcissimo frutto soprattutto durante le feste fatte in onore del Dio Adone e, alla sua morte, Venere pianse talmente tante lacrime che, cadendo a terra, diventarono dei piccoli cuori rossi: ed è così che nacquero le fragole!

Anche se si riesce a trovarle tutto l’anno, la stagione “giusta” va da primavera inoltrata a metà estate. Quando si acquistano bisogna fare attenzione a due cose in particolare: innanzi tutto che il picciolo sia bene attaccato al frutto e poi che il colore sia di un rosso uniforme. Nel caso in cui infatti risulti troppo bianca o verde vuole dire che la fragola non è ancora matura, se il rosso è invece troppo scuro significa che è troppo matura e dovrà essere consumata il giorno stesso. Le fragole vanno conservate in frigo nello scomparto frutta e verdura (che è quello meno freddo) per due giorni al massimo e lavate molto delicatamente con il picciolo ancora attaccato perché altrimenti si impregnano d’acqua e rischiano di perdere il sapore e le vitamine. Il picciolo dovrà poi essere tolto torcendolo e non strappandolo.

Le fragole si prestano anche a tantissimi tipi di ricette dalle più classiche come macedonia, gelato e marmellata alle più particolari come risotti.

Ecco come preparare il risotto alle fragole (ingredienti per 4 persone):

Come per tutti i risotti prepariamo il brodo vegetale. Mettiamo in un tegame un po’ d’olio e uno scalogno tritato finemente, lasciamolo dorare e aggiungiamo 300 gr di riso. Lasciamolo tostare qualche minuto e sfumiamo con mezzo bicchiere di prosecco, aggiungiamo poi il brodo dapprima fino a coprire il riso e continuando ad aggiungerlo man mano che si asciuga. Laviamo intanto le fragole, togliamo il picciolo e facciamone dei pezzetti che aggiungeremo a metà cottura. Mescoliamo il tutto delicatamente aggiustiamo di sale e, dopo averlo tolto dal fuoco mantechiamo il tutto con del parmigiano. Per finire guarniamo il piatto con altri pezzettini di fragole fresche e servite.

Ricerca personalizzata