Le innovazioni mediche passano per i peluche

Teddy the Guardian, all’apparenza, ha le innocue e rassicuranti sembianze di un orsetto come ne esistono molti altri. In realtà al suo interno sono disposti sensori in grado di rilevare alcune funzioni vitali del bambino che lo sta abbracciando.

L’intuizione proviene da Josipa Majic and Ana Buric, co-founders di iDerma, una startup di Zagabria, che immaginarono un giocattolo che potesse essere implementato negli ospedali per consentire di registrare il battito cardiaco e la temperatura corporea di un bambino in una condizione in cui questi non si accorga di essere monitorato, garantendo quindi risultati più attendibili.

Teddy the Guardian, se pur nato nella prospettiva di essere utilizzato negli ospedali, è disponibile al pubblico ad un prezzo relativamente accessibile: 169 dollari. I genitori più ansioni hanno perciò la possibilità di tenere costantemente sotto controllo la salute del proprio bambino ricevendo aggiornamenti in tempo reale sullo smartphone.

Grazie all’invenzione di Teddy, le imprenditrici croate hanno ottenuto la nomina di migliore startup degli ultimi dodici mesi (novembre 2012-novembre 2013) durante la 2013 StartUp Open tenutasi all’interno della Global Entrepreneurship Week. La competizione, che ha visto la partecipazione di aziende provenienti da 31 paesi, è alla sua quarta edizione e mira a premiare le 50 migliori idee imprenditoriali dell’anno appena trascorso.

Ricerca personalizzata