Le semifinali di Champions, vertigini e adrenalina

eufa-champions-league
Immagine: Uefa.com

La Champions League accende le notti calcistiche d’Europa come nessun’altra competizione: il suo prestigio sportivo e gli ingenti premi in denaro previsti per i vari piazzamenti sono alla base della grande attrazione che questo torneo esercita su calciatori e club europei. Adesso che siamo arrivati alla fase calda, ossia quella delle semifinali, aumenta il rischio di vertigini e di adrenalina, soprattutto per i calciatori meno esperti che si troveranno ad affrontare partite molto intense dal punto di vista fisico e mentale. Il sorteggio della UEFA del 13 aprile scorso ha proposto le due doppie sfide che decideranno chi arriverà alla finale di Kiev in programma il 26 maggio prossimo.

“Champions League Ball” by Prakash (CC BY-ND 2.0)

Champions League Ball

La sfida che suscita senza dubbio più aspettative è quella tra Bayern Monaco e Real Madrid. Si tratta di una classica del calcio europeo degli ultimi anni, dato che è lo scontro che più volte si è ripetuto nelle coppe continentali e vede scontrarsi i madrileni, vincitori per 12 volte, e i bavaresi, vincitori in 5 occasioni. L’altra sfida è quella tra Roma e Liverpool, due delle principali sorprese dell’edizione di Champions League di quest’anno. Se i giallorossi sono stati capaci di eliminare il Barcellona di Lionel Messi rimontando dopo una sconfitta per 4 a 1 al Camp Nou, i Reds sono stati invece abilissimi ad annullare la macchina da goal di Pep Guardiola ch è il Manchester City, squadra che ha invece annientato tutti i suoi avversari in Inghilterra, imponendo la propria interpretazione del calcio.

I pronostici delle scommesse ci danno un chiaro panorama delle semifinali di Champions con le percentuali delle squadre più o meno favorite. Tra Real Madrid e Bayern Monaco gli spagnoli sono leggermente avvantaggiati: in primis perché vengono da un momento di forma migliore dopo aver iniziato male la stagione, e in secondo luogo perché avranno il vantaggio di giocare il match di ritorno tra le mura amiche del Santiago Bernabeu. Tra Roma e Liverpool, invece, i pronostici sembrano favorire leggermente gli inglesi, più esperti a livello europeo e con una migliore tradizione in Champions League. Non a caso la vittoria della gara d’andata ad Anfield da parte del Liverpool è pagata da William Hill 2,10 la posta puntata. Molti, però, vedono in questa partita un’occasione unica per i giallorossi, che potranno vendicarsi della sconfitta nella finale nella loro capitale del 1984, quando fu il Liverpool a imporsi ai calci di rigore.

“Kiev – Stadio Olimpico” by Sisal

Kiev - Stadio Olimpico

Ciò che è sicuro è che la squadra che vorrà andare fino in fondo e disputarsi il titolo di campione d’Europa nello stadio Olimpico di Kiev, già sede della finale dell’Europeo 2012 tra Italia e Spagna, dovrà dar fondo a ogni energia, sia fisica che mentale. Il sorteggio ha fatto sì che tra le due squadre più quotate, il Real e il Bayern, ne passerà solo una, il che significa che una delle due sorprese dell’anno, la Roma o il Liverpool, avrà il suo posto nella grande finale. Arrivati a questo punto, i favoritismi contano poco. Ciò che bisogna avere è il sangue freddo e il carattere per essere presenti nei momenti chiave, come un calcio di rigore o una giocata singola: vincere la Champions è soprattutto una questione di testa.

Ricerca personalizzata