Il Salone del Libro di Torino dall’8 al 12 maggio concederà ai nuovi progetti digitali l’Area Startup all’interno del Padiglione 2 di Lingotto Fiere. Questa zona espositiva verrà interamente utilizzata da 10 startup internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali. Gli ambiti spaziano dalla produzione di software per realizzare in pochi passi libri digitali interattivi allo sviluppo di progetti di realtà aumentata, passando per lo sviluppo di applicazioni personalizzate rivolte a a processi spacifici come educazione, formazione, gioco, semantica, narrativa, o destinate a target definiti come bambini, dislessici, etc.

L’Area Startup è un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere e Associazione Luoghi di Relazione, organizzatrice del Digital Festival, con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag-Talent Garden. Obiettivo del progetto è rispondere ai bisogni di un settore che propone profondi cambiamenti tecnologici e continue evoluzioni. L’evento di Torino si presenta come un appuntamento cardine per scoprire quali saranno gli strumenti del futuro di editori, creativi e autori e le relative opportunità di business. Inoltre, l’Area Startup è un’opportunità per i visitatori per sperimentare i nuovi modi, sempre più interattivi, di fruire un prodotto editoriale/culturale.

Dal 28 gennaio è disponibile il form online da compilare per l’adesione, le imprese digitali che faranno parte dell’Area Startup che vorranno essere selezionate attraverso il bando internazionale, devono essere nate dopo il 1 gennaio 2011 e dovranno presentare la propria candidatura in inglese entro al 15 marzo.

Lo step successivo sarà la valutazione da parte di una giuria, composta da rappresentanti di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere, Associazione Luoghi di Relazione, Regione Piemonte, Talent Garden, Startupbusiness, TreataBit, U-Start e iStarter che sceglierà le 10 startup, che avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino.

Tre dei 10 premi saranno riservati ad aziende piemontesi. Nella valutazione dei progetti si terrà conto di parametri come uso originale di tecnologie, grado di innovavazione del prodotto/servizio, creatività e originalità, fattibilità del progetto, capacità di ingaggio di editori e lettori.

[Credits immagine: marieclaire.it]