L’Ecofin conferma gli aiuti all’Irlanda

    Il vertice dell’Ecofin, riunitosi nei due giorni scorsi, ha formalmente approvato il pacchetto di aiuti, per 85 miliardi di euro, in favore dell’Irlanda.

    Oggi, il parlamento di Dublino dovrebbe approvare il piano di austerità, richiesto fortemente dai Paesi dell’Eurozona, come condizione preliminare all’accordo.

    La reazione delle borse è stata positiva, con l’indice della borsa di Francoforte che ha oltrepassato i 7000 punti, livello che non raggiungeva dal giugno del 2008.

    Positivo anche l’andamento della moneta unica, che si è posizionata a circa 1,33 sul dollaro.

    Dollaro indebolito, peraltro, dalle notizie di una svalutazione anche oltre le attese (la Fed comprerà forse anche più di 600 miliardi di titoli stranieri, arrivando, si vocifera, a  quota 1000 miliardi di dollari).

    Lo stesso Ecofin, invece, ha accantonato, per il momento, l’ipotesi degli eurobond, lanciata dal Ministro Tremonti e il premier del Lussemburgo Juncker. Probabile che si riaffronterà il tema, nella prossima primavera.

    Si spera che l’approvazione definitiva degli aiuti allenti la tensione sui titoli di stato, anche alla luce del declassamento subito dall’Ungheria, ad opera di Moody’s, nei giorni passati.

    Ricerca personalizzata