I libri diventano film: gli adattamenti cinematografici del 2014

L’anno appena cominciato si prospetta ricco di novità dal punto di vista cinematografico. Sempre più spesso i film nascono da riadattamenti di opere letterarie, recenti o meno, dando in tal modo nuova vita ai libri.
Il rischio che si corre è quello di deludere chi ha amato un libro tanto da costruire, con la propria fantasia un intero mondo reso possibile grazie al grande potere della letteratura, che un riadattamento cinematografico potrebbe sconvolgere. Rischi a parte, le pellicole sono sempre accolte con grande interesse

Anche il 2013 è stato un anno fecondo di film tratti da libri, il caso più interessante è sicuramente Il grande Gatsby di Baz Luhrmann, tratto dall’omonimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald, pietra miliare della letteratura americana del Novecento.
Gli adattamenti cinematografici del 2014 regaleranno film per tutti i gusti, spaziando tra generi ed epoche di ambientazione, grazie all’enorme potere della letteratura che, ancor prima – e forse ancor di più – del cinema ha la capacità di creare un’infinità di mondi. BlogLive vi propone una piccola rassegna dei film più interessanti dell’anno, tratti dai libri di tutti i tempi.

In secret

tratto da Teresa Raquindi Emile Zola

Un libro può continuare a vivere e a destare interesse anche a distanza di secoli, è questo il magico potere dei classici, patrimonio collettivo e fonte inesauribile di storie, punti di vista e lezioni di vita. Dopo Fitzgerarld e la letteratura americana, è ora il turno di quella francese e del suo campione Émile Zola.
Charlie Startton dirigerà In secret tratto da Teresa Raquin, opera scritta nel 1867 dal padre del naturalismo francese, cronaca di un omicidio passionale costruito da due amanti e della loro lenta ed inesorabile distruzione psicologica causata dall’inevitabile e tardivo pentimento. A dare corpo ai personaggi di Zola saranno gli attori Elizabeth Olsen, Tom Felton e Oscar Isaac.

Via dalla pazza folla

tratto dal romanzo di Thomas Hardy

Quest’anno vedremo al cinema anche un altro romanzo dell’Ottocento, stavolta desunto dalla letteratura inglese: Via dalla pazza folla di Thomas Hardy del 1874, titolo originale Far From the Madding Crowd. L’opera è giunta ormai al quarto rifacimento, il primo è stato nel 1915, al quale sono seguiti uno nel 1967 e uno per la televisione nel 1998. Le vicende di Batsheba Everdene, la protagionista nata dalla fantasia di Hornby, e dei tre amori della sua vita torneranno ancora una volta sul grande schermo, grazie al regista Thomas Vinterberg e agli attori Carey Mulligan, Tom Sturridge e Matthias Schoenaerts.

Edge of Tomorrow

tratto da All you need is kill di Hiroshi Sakurazaka e Yoshitoshi Abe

Non sono solo i classici a suscitare l’interesse del mondo del cinema, anche i fumetti si prestano sempre più a diventare pellicole. All You Need Is Kill, celebre light novel di genere fantascientifico militare scritto da Hiroshi Sakurazaka e illustrato da Yoshitoshi ABe a giugno diventerà al cinema Edge of Tomorrow – Senza domani grazie alla Warner Bros che ne ha acquisito i diritti. La pellicola, diretta da Doug Liman, con protagonisti Tom Cruise ed Emily Blunt, segue le vicende di Bill Cage (Keiji Kiriya nel libro) che, incastrato in un interminabile loop temporale, è costretto a ripetere ogni giorno la stessa battaglia mortale contro gli alieni.

Alexander and the terrible, horrible, no good, very bad day

tratto dal romanzo omonimo di Judith Viorst

Anche i bambini avranno l’opportunità di vedere i libri che hanno letto trasformati in film, o perché no? Di godere del processo inverso: avvicinarsi alla lettura proprio grazie al cinema. Atteso ad ottobre in America è il nuovo film Disney Alexander and the terrible, horrible, no good, very bad day, tratto dal primo capitolo della serie di libri per ragazzi di Judith Viorst. Problemi apparentemente insignificanti possono essere terribili se a viverli è un bambino, il film e il libro raccontano in modo esilarante la pessima giornata vissuta dal piccolo Alexander, alle prese con i tragicomici drammi della scuola e della famiglia. Steve Carell e Jennifer Garner saranno presenti nel cast del film per il quale non esiste ancora una data certa per le sale italiane.

Love, Rosie

tratto da Scrivimi ancora di Cecilia Ahern

Se un autore è di successo capita spesso che la trasposizione cinematografica della sua opera non sia un unicum. È ciò che è accaduto alla scrittrice irlandese Cecelia Ahern. Dopo il successo, in libreria e poi nelle sale di P.S. I love you anche il suo secondo romanzo Scrivimi ancora>(Where Rainbows End) si prepara ad approdare al cinema. Lily Collins e Sam Claflin saranno Rosie e Alex i quali si ritrovano, adulti, dopo aver condiviso l’infanzia tra bigliettini e lettere, potrà una dolce storia d’amicizia infantile trasformarsi in storia d’amore?

Il meglio di me – The best of me

tratto dal romanzo omonimo di Nicholas Sparks

Se due trasposizioni cinematografiche sono un gran successo nove sono sicuramente un caso letterario. Stiamo parlando del creatore di best sellers Nicholas Sparks che con il film Il meglio di me, basato sul suo omonimo romanzo, è giunto al nono adattamento cinematografico di una delle sue opere (Le parole che non ti ho detto e I passi dell’amore sono due dei più famosi). Storia di un amore diviso durante l’adolescenza e poi ritrovato, Il meglio di me sarà diretto da Michael Hoffman e vedrà la partecipazione dell’attrice Michelle Monaghan nel ruolo della protagonista femminile.

A long way down

tratto da Non buttiamoci giù di Nick Hornby

Un altro campione del mondo degli adattamenti cinematografici è Nick Hornby, che con Alta Fedeltà, Febbre a 90, About a Boy e l’italiano E’ nata una star ha dato un enorme contributo al mondo del cinema. Quest’anno è il turno di Non buttiamoci giù (A Long Way Down), scritto nel 2005, che racconta le storie e l’incontro di quattro sconosciuti che si ritrovano la notte di Capodanno sullo stesso tetto di un palazzo londinese, tutti con lo stesso scopo: suicidarsi. La pellicola è diretta dal regista francese Pascal Chaumeil, ed il cast è composto da Aaron Paul, Toni Collette, Pierce Brosnan e Imogen Poots.

Gone girl

tratto da L’amore bugiardo di Gillian Flynn

Di tutt’altro genere il prossimo film di David Fincher, che uscirà nelle sale ad ottobre e che avrà come protagonista Ben Affleck: Gone Girl, trasposizione del successo della scrittrice Gillian FlYnn. La pellicola riprende il thriller sapientemente tessuto dalla FlYnn: una donna, Amy, scompare e l’indiziato principale risulta essere il marito Nick, da questo spunto apparentemente banale e drammaticamente realistico lo svelamento della verità si sviluppa in modo straordinariamente intrigante, attraverso le parole – e le bugie – di Nick, scoprendo a poco a poco segreti che mettono in discussione ogni apparenza. Oltre ad Affleck il cast è composto anche da Rosamund Pike, Neil Patrick Harris, Tyler Perry, Kim Dickens, Patrick Fugit e Carrie Coon.

Hunger Games: il canto della rivolta – Parte I

tratto dal libro Il canto della rivolta di Suzanne Collins

Continua il successo dei film tratti dalla fortunata trilogia degli Hunger Games, nata dalla penna di Suzanne Collins e diretti al cinema da Francis Lawrence. A novembre sarà distribuita nelle sale italiane la prima parte del romanzo conclusivo della saga, Il canto della rivolta (Mockingjay) diviso in due per evitare che il libro subisse troppi tagli.
Jennifer Lawrence vestirà ancora una volta i panni dell’eroina Katniss che dovrà vedersela con nuovi e più temibili pericoli, poiché se gli Hunger Games si sono conclusi, la guerra sembra non essere neppure iniziata.

Lo Hobbit – Racconto di un ritorno

tratto da Lo Hobbit o la riconquista del tesoro di J.R.R. Tolkien

Il 2013 cinematografico si è concluso all’insegna del fantasy con Lo Hobbit – La desolazione di Smaug, e come in un cerchio perfetto l’anno appena iniziato si chiuderà con l’ultimo film della trilogia tratta dal capolavoro creato dal genio di Tolkien, previsto per il prossimo dicembre, quasi a non voler interrompere una neonata tradizione natalizia.
Peter Jackson attraverserà per l’ennesima – e forse ultima – volta la Terra di mezzo, dopo il successo dei film della saga de Il signore degli anelli e Lo Hobbit, con Racconto di un ritorno, che narra le avventure di Bilbo Beggings antecedenti a quelle legate all’anello più famoso della storia della letteratura e del cinema.

Ricerca personalizzata