L’Inter ci ricasca, ma questa Lazio può volare ancora

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=O3zTvMpZuRE[/youtube]Dopo sette mesi, Lazio-Inter cambia volto: non è più la partita tanto discussa del nostro campionato, ricorderete tutti il tifo unito a favore dei nerazzurri, pur di far in modo di far perdere lo scudetto ai giallorossi.

    Ieri sera paradossalmente l’Inter, smarrita e incerottata, ha ricambiato il favore agli “amici” laziali. Tuttavia, gli uomini di Benitez non avrebbero potuto fare di meglio senza Milito, Eto’o, Samuel, Maicon, Julio Cesar, Chivu e adesso anche Stankovic. Veramente un’altra squadra rispetto a quella che l’anno scorso metteva a ferro e fuoco gli stadi di tutta Europa: allora lo spagnolo butta nella mischia il diciottenne Natalino, e in panchina ha nomi sconosciuti ai più.

    Comunque il merito di questa Lazio non può non essere riconosciuto: se la fortuna aiuta Biava a insaccare il pallone di anca, quella di Hernanes è tutta bravura, mentre il gol di Zarate è un mix di classe e senso del gol.

    Tra i nerazzurri si salva solo Snejider, nonostante Pandev segni il gol della speranza. Il Re Mida della scorsa stagione sembra aver trasmesso ai suoi compagni l’anemia che lo avrebbe colpito qualche giornata fa.

    Adesso il mondiale per club è la ciliegina sulla  torta di una stagione comunque indimenticabile, sebbene questo avvio di Benitez non sarà ricordato con piacere dai tifosi nerazzurri. Intanto gli uomini di Reja, si candidano prepotentemente per la vittoria finale, guadagnando la testa della classifica insieme al Milan che deve giocare questa sera.

    Ricerca personalizzata