L'iPad fa il suo ingresso in corsia!

Il primo Paese Europeo ad introdurre negli ospedali l’uso dell’iPad è l’ Italia. Sono in circolazione negli ospedali di Roma e di Milano e ne sono quattro. Ormai la carta e la penna sono stati riposti per fare spazio all’era tecnologica touch. I medici che tutt’ora stanno provando l’efficacia di questo oggetto all’avanguardia, notano con grande entusiasmo le sue potenzialità. Inoltre, evita l’accumularsi di cartacce e il decifrare la calligrafia di alcuni colleghi. Ha consentito l’avvicinamento dei medici di vari luoghi, si nota bene che questo tipo di comunicazione permette scambi intellettuali online senza dover viaggiare, se non necessariamente.
Per i medici è molto più facile usare tale strumento, perché permette loro di visionare le varie cartelle cliniche dei pazienti , quando e dove vogliono, tramite una memoria centrale che gestisce le più svariate informazioni su di essi. Si spera che esso verrà introdotto in tutte le strutture ospedaliere, facilitando così il lavoro interno e diminuendo anche la spesa pubblica. Si basti pensare che per stampare 450 cartelle cliniche, per 450 posti letto, comporta uno spreco economico- ambientale non indifferente. Poi , sia lo Stato con gli ospedali pubblici, che le cliniche private, sono ben disposte a sborsare una cifra esorbitante che alla fine verrà risarcita, perché non ci saranno altre spese all’ infuori del loro acquisto. Tutto ciò comporterà l’avanzamento tecnologico- sociale, per dare segni di sviluppo in una società che negli ultimi tempi ha conosciuto un forte regresso.

Ricerca personalizzata