Lippi: il Guangzhou Evergrande incorona il suo Imperatore

Il primo allenatore nella storia ad aver vinto la Champions League in due continenti: prima in Europa con la Juventus nel 1996 a Roma in finale contro l’Ajax e oggi in Asia con il Guangzhou Evergrande. Marcello Lippi arriva laddove nessun altro tecnico era riuscito prima d’ora. Dopo il 2 a 2 dell’andata è stato decisivo il pareggio per 1-1 contro i coreani dell’FC Seul nella finale di ritorno al Yuexiushan Stadium completamente esaurito e bardato a festa per l’occasione: un colpo d’occhio da brividi con una vera e propria muraglia rossa sulle tribune.

Il club cinese con questo trionfo, che potrebbe valere pure il Triplete stagionale, dopo il successo campionato e la finale di coppa ancora da giocare, ha acquisito il diritto di partecipare al prossimo Mondiale per Club che si disputerà per la prima volta in Marocco, dall’11 al 21 dicembre 2013. Se dovesse riuscire a eliminare i campioni d’Africa ai quarti, in semifinale la squadra di Lippi se la vedrebbe con il favoritissimo Bayern Monaco di Pep Guardiola.

Con il successo di oggi, l’allenatore viareggino aggiunge l’ennesimo trionfo alla sua fantastica carriera: dopo i due titoli di campione di Cina in due anni e la vittoria della Coppa nazionale della scorsa stagione, l’ex allenatore della Nazionale italiana ha messo nella sua bacheca anche la Coppa più prestigiosa d’oriente, dopo il coronamento Mondiale in Germania nel 2006 e gli anni di egemonia nel nostro campionato sulla panchina della Juventus, seppur con la parentisi non proprio felice su quella nerazzurra.

Vincere la Champions sarebbe il coronamento di un percorso iniziato un anno e mezzo fa – aveva detto il viareggino alla vigilia della finale – “la squadra è cresciuta molto, abbiamo avuto una stagione eccellente. Dirò ai miei giocatori che dobbiamo giocare come sempre, con grande cuore“. Era da ben ventitre anni che una formazione cinese non si aggiudicava la Champions League asiatica.

Ricerca personalizzata