La sconfitta subita a Madrid contro la Spagna, pesante nei contenuti più che nel punteggio, raddoppia il bisogno di lavorare dell’Italia del commissario tecnico Cesare Prandelli. Tra lunedì 10 e mercoledì 12 marzo il ct azzurro darà vita a uno stage al quale prenderanno parte 31 calciatori di A e B che in futuro potrebbero tornare utili al gruppo azzurro. Tra questi spiccano i nomi di ben nove calciatori del torneo cadetto: uno stage a cento giorni dal Mondiale per vedere all’opera alcuni dei giovani più interessanti del nostro campionato.

Tra i 31 convocati, il più giovane è l’attaccante classe 1996 del Parma Alberto Cerri. In lista tanta serie B, da Bernardeschi (1994) in prestito a Crotone dalla Fiorentina passando per Rugani dell’Empoli (a metà con la Juventus), Gagliardini, in prestito dall’Atalanta al Cesena, Camporese del Cesena (di proprietà della Fiorentina), Viviani del Latina (in prestito dalla Roma), Leali dello Spezia (ma bianconero), e Comi del Lanciano (in comproprietà tra Milan e Torino). Tra i “senior” De Silvestri (Sampdoria), Bonaventura (Atalanta), Marrone (Sassuolo) e Mirante (Parma), il più “anziano” della lista. L’appuntamento è fissato per lunedì a mezzogiorno all’Hotel Parco dei Principi: per l’Italia degli esperimenti primo allenamento nel pomeriggio al Centro Sportivo dell’Acqua Acetosa, doppia seduta martedì e allenamento conclusivo nella mattinata di mercoledì.

Questo l’elenco completo dei convocati:

Portieri: Bardi (Livorno), Leali (Spezia), Mirante (Parma), Perin (Genoa), Scuffet (Udinese)

Difensori: Biraghi (Catania), Brivio (Atalanta), Camporese (Cesena), Ceccherini (Livorno), Darmian (Torino), De Silvestri (Sampdoria), Murru (Cagliari), Romagnoli (Roma), Rugani (Empoli)

Centrocampisti: Baselli (Atalanta), Bellomo (Spezia), Benassi (Livorno), Bernardeschi (Crotone), Bertolacci (Genoa), Bonaventura (Atalanta), Dezi (Crotone), Gagliardini (Cesena), Marrone (Sassuolo), Soriano (Sampdoria), Viviani (Latina)

Attaccanti: Cerri (Parma), Comi (Virtus Lanciano), Gabbiadini (Sampdoria), Paloschi (Chievo Verona), Sau (Cagliari), Zaza (Sassuolo)

Difficile dire se Prandelli potrà attingere da questa lista qualche giocatore per rinforzare l’Italia impegnata a giugno nel mondiale in Brasile. Ciò che è certo è che questi trentun ragazzi hanno un’occasione d’oro: mettersi in mostra mettendo in difficoltà il commissario tecnico. Brasile 2014 è ormai alle porte, sognare in grande, almeno per due giorni, non costa davvero niente. Largo ai giovani, ne abbiamo un disperato bisogno.