Luigi Di Maio preoccupato per il M5S: crollo vertiginoso dei consensi

luigi di maio

Queste festività natalizie, per Luigi Di Maio e il Movimento 5 Stelle non sono particolarmente rosee. Da una parte i pentastellati si ritrovano a dover combattere per portare a casa la Legge di Bilancio, che hanno criticato praticamente tutti, dall’opinione pubblica alle associazioni, dagli imprenditori ai sindacati, fino alle istituzioni europee. Ma c’è un altro affare che a Di Maio sta preoccupando parecchio e che in qualche modo è intrinsicamente legato alla manovra finanziaria: la progressiva perdita di consenso.

L’ultimo sondaggio Ixè condotto per Huffington Post rivela infatti che i grillini, da quando sono al governo, hanno bruciato un punto percentuale al mese. Lo scorso 4 marzo il Movimento 5 Stelle aveva fatto il pieno di voti con il 32,6% dei consensi, ma oggi, pur continuando a godere di un consenso comunque elevato, i pentastellati si sono ridotti di quasi dieci punti percentuali.

Secondo l’ultimo sondaggio, infatti, il Movimento 5 Stelle sarebbe crollato al 23,8%, segno inequivocabile di una politica di governo che molto probabilmente si sta rivelando più deludente di quanto gli stessi elettori grillini non si aspettassero.

Ma ad erodere il consenso dei pentastellati non c’è solo un esecutivo debole e pieno di contraddizioni, ma anche una Lega che giorno dopo giorno riesce a catturare nuovi consensi. Il partito guidato da Matteo Salvini, infatti, è passato dal 17,4% al 31%. Il tutto a danno anche di Forza Italia, i cui consensi sono stabili attorno al 10%. Il Partito Democratico invece perde qualche decimale, scendendo dal 18,7% al 17,9%.

In sostanza il governo sta perdendo consensi, e l’opinione pubblica che invece è ancora schierata con l’esecutivo in carica si sta identificando sempre più con la Lega anziché col Movimento 5 Stelle.

Ricerca personalizzata