Mai Dire Grande Fratello scompare tra le polemiche dal palinsesto Mediaset

La tredicesima edizione del Grande Fratello ha appena preso il via e promette già scintille e colpi di scena; una sorpresa che però non è stata accolta affatto bene dai telespettatori riguarda l’inaspettata assenza di Mai dire grande Fratello, programma condotto dalla Gialappa’s band e che da sempre accompagna le varie edizioni del GF, commentando con l’ironia ed il sarcasmo tipico del trio, gli eventi più significativi della settimana nella “casa”.

La scelta, per quanto ancora priva di chiare motivazioni, dipende unicamente da Mediaset, come spiegano gli stessi Gialappi sulla loro pagina Facebook ufficiale:

«Viste le continue richieste di informazioni, vi comunichiamo che purtroppo quest’anno non ci sarà Mai Dire Grande Fratello. Per lamentele rivolgersi direttamente allo sportello Mediaset.»

Con questa dichiarazione il celebre trio ha voluto smentire quanto dichiarato da Il Giornale, secondo cui il gruppo, in ricordo del basso livello di ascolti registrato dal GF nello scorso anno, avrebbe rifiutato la proposta di mandare in onda il suo programma in prima serata per timore di incorrere in un flop; da lì Mediaset non avrebbe confermato il programma, ritenendo infruttuoso investire su una produzione che avrebbe potuto garantire grandi ascolti in prima serata:

«Smentiamo categoricamente la notizia falsa diffusa da “Il Giornale”, secondo cui avremmo rifiutato un’offerta mai pervenuta di fare “Mai dire Grande Fratello” in prima serata. (sempre più increduli per il livello trash dell’informazione)».

I commenti dei seguaci della pagina a tali dichiarazioni, hanno rivelato una certa delusione da parte di molti, del resto è noto che una grossa fetta di pubblico ama il Grande Fratello anche in funzione dei commenti al vetriolo che la Gialappa’s riserva ai concorrenti in Mai dire Grande Fratello: tra questi si leggono messaggi del tipo, «vi prego tornate al gf, senza di voi quel programma è inutile» o ancora «Io credevo che il grande fratello servisse solo per la Gialappa’s».

Qualcuno avrebbe persino suggerito una versione online del programma, magari aprendo un canale Youtube dedicato; I Gialappi hanno però risposto che la questione dei diritti sarebbe troppo complessa da affrontare per un simile progetto. Bisogna aspettare le prossime settimane per vedere se questa scelta, apparentemente così drastica, influirà o meno in termini di share su questa tredicesima edizione, la cui prima puntata ha già fatto boom d’ascolti.

Ricerca personalizzata