Scomparso aereo di linea della Malaysian Airlines. Anche un passeggero italiano a bordo del volo che stanotte è sparito dai radar, perdendo il contatto con la torre di controllo.
239 in tutto le persone a bordo. Il volo MH370, partito alle 00.41 ora locale da Kuala Lumpur, è scomparso dopo circa due ore di tragitto, nello spazio aereo del Vietnam. Sarebbe dovuto arrivare a Pechino alle 6.30 locali.

Secondo la Marina vietnamita, il volo sarebbe precipitato in un’area tra il Golfo di Thailandia e il Mar cinese meridionale, a 300 km dall’isola vietnamita di Tho Chu, nelle acque tra Malaysia e Vietnam.

Nel comunicato pubblicato dal governo di Hanoi si legge che l’aereo avrebbe perso i contatti nello spazio aereo della provincia di Ca Mau, prima di entrare in contatto con la torre di controllo di Ho Chi Minh City. Ora due navi della marina cinese si stanno dirigendo verso la zona dove dovrebbe essere presumibilmente caduto il velivolo.

Ma l’intervento cinese potrebbe sollevare tensioni geopolitiche, dato che la Cina reclama la sovranità su gran parte dell’area del Mar cinese meridionale, contesa anche con il Vietnam. A giustificare l’intervento cinese, però, c’è anche il fatto che 153 dei 239 passeggeri sono cinesi.

Intanto da nuove indiscrezioni di VN Express, uno dei siti di notizie più importanti del Vietnam, sembrerebbe che il Centro per le emergenze vietnamita abbia appena annunciato di aver ritrovato il segnale dell’aereo scomparso. Si pensa che il segnale sia quello dell’ELT (Emergency Locator transmittor), che può essere attivato manualmente dal personale di volo o automaticamente al momento dell’impatto.

[Credits foto: Reuters]