Mamma sotto choc: va a svegliare i gemellini ma li trova tutti morti

sarah owen e i suoi gemelli

Sarah Owen, 29 anni, fino a pochi giorni fa era una mamma come qualunque altra. E come qualunque altra madre stava lasciando dormire i suoi tre deliziosi gemellini. A un certo punto aveva deciso che fosse giunto il momento di svegliarli, per cui si è recata in cameretta per dargli un’occhiata. Ed è lì che ha fatto una scoperta tanto scioccante quanto inspiegabile: i suoi tre gemellini erano tutti morti.

Sarah li ha trovati così, senza vita, nelle culle in cui li aveva lasciati soltanto qualche ora prima. La donna ha chiamato i soccorsi che hanno tentato ogni possibile modo per cercare di salvare la vita ai bambini, ma ogni tentativo si è rivelato vano: per i tre piccoli non c’era più nulla da fare. Due di loro erano già morti ancor prima dell’arrivo dei paramedici, mentre il terzo versava in condizioni tanto gravi da non lasciare margini di intervento (quest’ultimo è infatti morto in ospedale).

La nonna dei piccoli, per celebrare la loro memoria, ha diffuso una foto molto tenera che ritrae i tre gemellini vicini e sereni, apparentemente in perfetta salute. Ma se erano in salute, allora perché sono morti?

Le indagini del caso hanno appurato che i piccoli sarebbero rimasti uccisi dal monossido di carbonio emesso da un riscaldatore difettoso che Sarah aveva acceso per tenere calda la casa.

L’ipotesi più quotata è quindi quella dell’avvelenamento accidentale, anche se sembra che stia avanzando un’altra pista: alcuni vicini hanno raccontato di aver visto i bambini mentre venivano caricati in ambulanza, e di aver notato su tutti e tre delle facce di uno strano color grigio. Gli inquirenti hanno così aperto un’altra indagine nel tentativo di fare chiarezza su questo “particolare”.

Ricerca personalizzata