Mandela, il mondo dello sport piange l’Invictus

Come ogni partita di basket, di rugby, di calcio: il fischio finale è arrivato anche per uno dei personaggi più significativi del ventesimo secolo, Nelson Mandela. L’eroe del Sudafrica, l’icona delle battaglie per i diritti civili, l’uomo che ha sconfitto l’apartheid ci ha lasciati dopo una lunga malattia a 95 anni, di cui 27 passati in prigione. Nelson Mandela era (anche) un uomo di sport. Grazie alla “palla ovale” aveva unito la sua nazione, grazie al calcio aveva riempito d’orgoglio la sua gente. Ai Mondiali di Rugby, nel 1995, diede un esempio di integrazione razziale tifando per gli Springboks, una squadra in cui bianchi e neri giocavano insieme. Qualche anno dopo, nel 2010, fu il primo a festeggiare l’arrivo dei tifosi, nella sua terra, per i Mondiali di calcio, da lui fortemente voluti. Nonostante la malattia, riuscì ad essere presente alla finale fra Spagna e Olanda e a conoscere alcuni dei grandi protagonisti del calcio internazionale.

La sua morte ha colpito tutto il mondo, nessuna categoria è rimasta fredda a tale notizia. Anche il mondo dello sport si è unito alla notizia della scomparsa di Madiba. Calciatori,corridori, nuotatori, tutti, hanno voluto omaggiare Mandela con una frase sui social network. Da Usain Bolt a Tiger Woods, da Michael Phelps a Serena Williams, da Lewis Hamilton a Neymar, da Cristiano Ronaldo a Rafa Nadal: davvero tanti i campioni che hanno voluto dire addio al grande personaggio sudafricano. Atleti che non fanno mai mancare il loro saluto, un loro omaggio, un semplice addio per onorare uno dei più grandi di sempre.

Ma andiamo a vedere alcuni grandi dello sport che hanno voluto rendere omaggio a Madiba. L’ex capitano della Juventus, Alessandro Del Piero, simbolo di correttezza e sportività, ha salutato Madiba con una celebre frase da quest’ultimo enunciata: “Lo sport ha il potere di cambiare il mondo, di unire la gente. Parla una lingua che tutti capiscono
del piero

Da un campione italiano, ad un altro. Roberto Baggio, il divin codino che tutti abbiamo amato, a prescindere dai colori inneggiati. Devoto Buddhista, ha salutato cosi Mandela: “Le tue idee e il tuo messaggio di fratellanza continueranno a vivere per sempre.Riposa in pace
roberto baggio

Non manca nemmeno il mondo del tennis a salutarlo. Dalla Wozniacki a Serena Williams, da Azarenzka a Agassi. Anche il numero 1 al mondo, Rafa Nadal saluta cosi: “Riposa in pace Nelson Mandela, sei stato un modello per il mondo. Le mie più sincere condoglianze alla famiglia e agli amici
nadal

Anche Mike Tyson, uno dei più grandi pugili di sempre, ma nello stesso momento tormentato da una vita sempre oltre le righe. Droga, alcol e risse in ogni dove; uno dei personaggi forse più lontani dalla vera essenza di Mandela, all’estremo opposto di una vita forse trattata fin troppo male, twitta così: “Nelson Mandela era l’incarnazione della disciplina, era coraggio, era amore e perdono: non c’è futuro senza perdono
tyson

Ovviamente anche grande commozione da parte di atleti africani, in primis Usain Bolt: “Uno dei più grandi uomini mai esistiti. Possa la tua anima riposare in pace. Il più grande combattente del mondo“.
bolt

Anche i grandi All Blacks, con una foto significativa di Mandela che premia i campioni del mondo sudafricani che battono proprio i neozelandesi, scrivono su Twitter: “Oggi il rugby condivide la tristezza del Sudafrica. Chi nel rugby può dimenticare questo momento?
all blacks

Fece sorridere a questo la frase con cui Mandela si presentò alla star David Beckham nel 2003: “Lascia che mi presenti”, disse il presidente allo Spice boy. Ma non c’erano dubbi su chi volesse incontrare chi. Proprio l’ex Manchester e Real Madrid saluta in questa maniera Nelson Mandela: “Il mio cuore va alle persone in Sud Africa e la famiglia del signor Mandela. Abbiamo perso un vero gentiluomo e un essere umano coraggioso. È stato davvero un onore aver conosciuto un uomo che provava amore per così tante persone. Riposa in pace
beckam

Loro e tanti altri personaggi dello sport hanno reso omaggio a quest’uomo. Baresi, Gullit, Federica Pellegrini, Feliper Massa, ma anche molte squadre di calcio come il Manchester United, il Tottenham, la Roma. Ognuno di loro ha mandato un pensiero lassù, nella speranza che in un futuro, si spera non troppo lontano, il mondo sia invaso da persone invincibili come lui, come Nelson Mandela.

FOTO: fonte kickoff.com

Ricerca personalizzata