Maradona ospite a Che tempo che fa

Non sarò mai un uomo comune. Se esiste una collana di dvd dedicata a questo signore con questo titolo possiamo capire da subito la grandezza del soggetto in questione. Lui è Diego Armando Maradona un monumento a Napoli ed in tutto il resto dell’Italia. Il legame con il nostro Paese sembra indissolubile, inossidabile. Un legame costruito in quei begli anni ottanta dove Diego ha rapito tutti: avversari, compagni, giornalisti, presidenti, tutto quello che ha toccato è diventato oro, tutti quelli che l’hanno incontrato se ne sono innamorati (tranne i gufi e maligni ma quello non è calcio).

Quando un giocatore di questo calibro lascia un segno così grande anche fuori dal campo allora è chiaro quanto il Maradona uomo sia ancora più campione del Maradona giocatore. La storia del Pibe de Oro è tornata di moda in questi giorni con le sue apparizioni nella sede della Gazzetta dello Sport e all’Olimpico per la partita Roma-Napoli. Giorni intensi che stanno per concludersi ma Diego vuole chiudere in bellezza e questa sera sembra certa la sua presenza a «Che tempo che fa…» da Fabio Fazio.

Da Carramba della Carrà fino a Ballando con le stelle con la Carlucci ogni comparsata di Maradona in tv è da sempre un evento planetario.

Del resto l’uomo Maradona ha tanti seguaci, ad oggi non c’è una sola intervista che vada contro il Pibe de Oro, segno esemplare di tutto quello che il giocatore argentino ci ha lasciato. Le sue apparizioni televisive però non sono le uniche tappe da fare quando è in Italia. Bisogna prima salutare Salvatore Bagni, ex compagno ai tempi del Napoli con cui Maradona si sente assiduamente da ormai trent’anni. Anche se qualche mese fa c’è stata una piccola polemica per la questione Equitalia le due famiglie sono state sempre unite e per sempre lo saranno. Oltre a Bagni l’argentino ha un forte legame con molti suoi ex compagni, esempio lampante il suo rientro in Italia solo per essere presente all’addio al calcio di Ciro Ferrara senza dimenticare i messaggi d’amore a gente come Bruscolotti o Giordano.

Amore non solo in campo perchè un altro nome importante nella storia di Maradona è quello di Gianni Minà, suo biografo ufficiale. Il giornalista sembra quasi l’avvocato difensore di Diego in Italia. Ogni volta che esce fuori il suo nome spuntano le interviste di Minà. Parlare con lui è come parlare con Maradona, sa tutto, conosce a memoria l’ex numero dieci azzurro e questo Diego lo sa. Per questo tutte le collane più famose dedicate a Maradona portano la firma di Minà, figlie di interminabili chiacchierate sul divano di casa dell’uno o dell’altro. Stasera la professionalità di Fabio Fazio sarà messa a dura prova perché stare dietro ad un cavallo di razza come Diego non sarà facile per nessuno. Probabilmente ci sarà anche Minà ma stavolta resterà nelle retrovie, lasciando spazio allo stimato collega. Lo spettacolo però è assicurato perché anche su una poltrona Maradona resta un fuoriclasse assoluto.

Ricerca personalizzata