Maratona di Roma oltre quota 17000 per l’edizione del ventennale

Torna domenica 23 marzo l’Acea Maratona di Roma, evento IAAF Gold Label e giunta alla XX edizione. Già superata la quota 17mila iscrizioni (sono aperte fino al 10 marzo) fra cui circa 8mila stranieri provenienti da 122 nazioni. Ieri mattina la manifestazione, cui il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto destinare la Medaglia della Presidenza della Repubblica, è stata presentata in Campidoglio, alla presenza del sindaco di Roma On. Ignazio Marino, del presidente del Comitato Italiano Paralimpico e assessore alla Qualità della vita sport e benessere Luca Pancalli, del Segretario della FIDAL Fabio Pagliara e del Presidente della Maratona di Roma Enrico Castrucci.

Per i TOP RUNNER in campo femminile fari puntati sull’azzurra Emma Quaglia, 33enne genovese lo scorso anno capace di uno splendido sesto posto ai Campionati del Mondo di Mosca (2:34.16). A contendere il podio all’atleta del CUS Genova saranno le etiopi Meskerem Assefa (capace nel gennaio 2013, a Houston, di correre in 2:25.17 all’esordio sulla distanza di maratona), Ayelu Lemma (2:32:10) e Meseret Godana, che a soli 18 anni esordirà sulla distanza presentandosi con un personale sulla mezza maratona di 1:13:17 stabilito nel 2014 a Nekemet. Tra le europee, invece, da segnalare la presenza dell’ucraina Olena Shurkhno.

Al maschile a prendersi al copertina sarà probabilmente l’Etiopia con capofila Sisay Jisa che vanta un PB di 2:06:27 stabilito a di Parigi nel 2012. Con lui anche Beyene Effa Seboka (2:12:57) e Bulii Adugna Bekele (2:12:37).
Al via, per difendere i colori azzurri, Domenico Ricatti (Aeronautica Militare) e Denis Curzi (Carabinieri).

Il percorso per l’edizione di quest’anno è stato rinnovato parzialmente: ora vede eliminate le curve a gomito e soli 7,6 chilometri di sampietrini. La partenza rimane in via dei Fori Imperiali, ma è spostata all’altezza del Foro di Traiano-Campidoglio. Invariato l’arrivo con i partecipanti che arriveranno da Piazza Venezia, quindi fronte Colosseo, e non più da via di San Gregorio. Il passaggio di mezza maratona è fissato in via della Giuliana. Tra le novità si segnalano i passaggi sul Ponte Settimia Spizzichino (al km 4,5), nel Traforo Umberto I (al km 41), e in via Nazionale e Largo Magnanapoli (al km 41,5 con a destra, sullo sfondo, il Quirinale). Eliminato invece il passaggio di fianco alla Fontana di Trevi.
Il primo a partire sarà, come da tradizione, il gruppo degli handbikers mentre anche quest’anno ci sarà il collaudato Roma Fitwalking, che consentirà la partecipazione agli amanti della camminata veloce. L’iniziativa è in collaborazione con Fitwalking Project di Maurizio e Giorgio Damilano.

Abbinata alla prova competitiva di 42,195 chilometri c’è la non competitiva di 5 chilometri aperta a tutti, la stracittadina RomaFun, che nelle ultime edizioni ha visto la partecipazione di decine di migliaia di persone. Quest’anno, per la prima volta, l’arrivo è fissato all’interno del Circo Massimo.

La manifestazione verrà trasmessa in diretta su RaiSport1 dalle 8.50 alle 12 e in streaming sul portale www.raisport.rai.it. Inoltre il media company svedese IEC assicurerà la diretta internazionale di 3 ore, con commento in lingua inglese, in 90 nazioni (copertura: Europa, Africa, Australia, America Latina e Asia).

Ricerca personalizzata