Marc Foster alla regia del cinecomic intitolato “Cowboy Ninja Viking”

    Il regista svizzero Marc Foster è pronto a tornare al cinema con l’ennesimo film d’azione. Sfornando una pellicola all’anno negli ultimi tempi il filmmaker ha realizzato l’ultimo James Bond intitolato “007 Quantum Of Solace“, l’ action con Gerard Butler dal titolo “Machine Gun Preacher” e l’atteso “World War Z” con Brad Pitt.

    Prossimamente, per conto della Universal Pictures, Foster lavorerà all’adattamento cinematografico della graphic novel intitolata “Cowboy Ninja Viking” scritta da AJ Lieberman e Riley Rossmo per la Image Comics. La sceneggiatura era stata originariamente affidata a Paul Wernick e Rhett Reese, quando il progetto era ancora in mano alla Disney, ma sembra che prossimamente ci sarà un drastico cambiamento sul da farsì visto che il risultato del loro lavoro è stato valutato troppo “tagliente”.

    La storia è incentrata su un progetto governativo segreto con il compito di trasformare malati di schizofrenia in assassini perfetti. Il protagonista è appunto uno delle cavie di questo programma, che ha innestato nel suo cervello le conoscenze e le capacità di un cowboy, di un ninja e di un vichingo. Mentre molti dei pazienti coinvolti nell’esperimento sono stati rimandati nei manicomi dopo un incidente iracheno, il personaggio principale scappa usando le sue nuove capacità e punta dritto verso il multimiliardario che ha finanziato questo segretissimo progetto.

    Certamente si tratta di un genere di film che va fuori dai canoni ordinari di Foster, che sembra cercare di mantenere comunque lo stesso registro stilistico avendo accettato anche l’incarico di dirigere le riprese di “The War Magician”, la storia dell’illusionista Jasper Maskelyne e del suo intervento durante la lotta al nazismo.

     

    Ricerca personalizzata