Marino apre allo stadio della Roma, attese novità entro febbraio

La questione stadi in Italia rimane sempre un tema caldo e controverso. Attualmente solo la Juventus, con lo Juventus Stadium, dispone di una struttura all’altezza degli standard Europei ma sono molte le società che stanno cercando di mettersi al passo coi tempi. Ne è un esempio la Roma, la cui cordata americana che attualmente è a capo della società giallorossa ha dichiarato sin dall’inizio che lo stadio è sempre stato un’obbiettivo primario della dirigenza.

Oggi, come riportato dall’ANSA, ad uscire allo scoperto è il sindaco della capitale Ignazio Marino che apre le porte alla costruzione di un’impianto di questo tipo:
Non posso dire ora che decisione sarà presa sul nuovo stadio della Roma, ma io sono un chirurgo, e amo le situazioni nette, bianche e nere. Davvero spero che con Pallotta e la Roma potremo avere confronti produttivi nelle prossime settimane. Hanno promesso di tornare entro febbraio con un piano dettagliato così da decidere se avviare questa straordinaria progettazione che porterà un miliardo di investimenti. E’ una grande opportunità, io voglio vedere i piani nel dettaglio e capire come questa realizzazione possa essere condotta senza creare disagi ai cittadini che magari non sono tifosi. Penso però, e l’ho visto vivendo in altre città dove ci sono società proprietarie dei loro stadi, che sia una occasione utile per riqualificare aree della città, e la studierò con attenzione. L’ingresso dei cinesi nella società? Per me possono entrare anche i marziani, non sono preparato a rispondere. Quello che è importante è che la Roma vinca.

Con questa accelerata i giallorossi hanno dato un segnale forte, le altre società non resteranno certo a guardare e molto probabilmente nei prossimi mesi usciranno allo scoperto altre squadre in modo tale da aumentare la competitività propria e di tutto il calcio italiano.

Ricerca personalizzata