Marino esonerato dal Pescara, Zeman tra i possibili sostituti

La sconfitta di oggi contro il Bari è stata fatale per il tecnico siciliano Pasquale Marino, che è stato sollevato dall’incarico di allenatore del Pescara. Il tecnico siciliano, dopo una serie di risultati positivi, è incappato in una scia negativa di 6 sconfitte consecutive che ha portato la società a decidere di esonerarlo. La squadra è sembrata senza grinta, in balia degli eventi, e la decisione del Presidente Sebastiani è sembrata inevitabile

Già da qualche settimana l’ipotesi dell’addio di Marino aveva iniziato a diffondersi nell’ambiente abruzzese, e il primo nome ad essere accostato alla panchina dei biancoazzurri è quello di Zdenek Zeman. Sebastiani qualche giorno fa, in un’intervista rilasciata ad una radio locale, ha parlato dell’argomento, queste le sue parole: “Con Zeman è rimasto un rapporto splendido di amicizia, ci sentiamo spesso e ogni tanto volentieri ci vediamo a cena a Pescara. Non c’è nulla oltre questo e ne ho parlato apertamente con Marino. Con lui ho lo stesso rapporto e un domani che dovesse andare via manterrei un ottimo legame“.

Queste ammissioni, unite al fatto che Zeman ha già confermato di non voler tornare prima di giugno, raffreddano una piazza che adora il tecnico boemo come poche altre, dopo la stagione trionfale di due anni fa in cui guidò la squadra in Serie A. Ma nel calcio, si sa, le cose cambiano velocemente, e Sebastiani potrebbe fare un altro tentativo per cercare di portarlo subito sulla panchina abruzzese.

Ricerca personalizzata