Masterchef, Giorgio e Laura gli eliminati della quinta puntata

La puntata del 16 gennaio di Masterchef, il talent di cucina più apprezzato in Italia, è stata tra le più internazionali dell’intera serie.
Come avevamo preannunciato, la puntata di oggi ha visto gli aspiranti chef combattere con una Mistery Box veramente insidiosa: gli ingredienti che i cuochi si sono trovati davanti hanno, infatti, dato luce alle polemiche.
Carrè d’agnello, peperone rosso, pane grattugiato, yogurt magro, carciofi, melanzana, menta e olive taggiasche sembrano più predisposti per una cuoca specifica: Rachida.

Nonostante tutto, il resto degli aspiranti Masterchef sono riusciti a sfornare piatti eccezionali: Emma, vincitrice della gara, ha promesso di dar filo da torcere a Rachida e dal risultato ottenuto è chiaro che sarà guerra aperta.
Il vantaggio di Emma nell’Invention Test, seconda gara di quest’episodio, è stato spiegato da Graham Elliot, giudice di Masterchef US insieme a Joe Bastianich e al patron di Hell’s Kitchen, Gordon Ramsey. L’ospite si mostra subito di ottimo aiuto per la vincitrice della Mistery Box, consentendole di scegliere tra uno dei tre piatti che ha cucinato per Barak Obama: sashimi, bisque di mais e hot dog all’anice. La scelta di Emma è ricaduta sulla zuppa di mais e la ricetta le verrà spiegata proprio da Elliot in occasione della manche successiva del programma.

Emma non è riuscita a soddisfare il palato dei giudici e soprattutto di Graham Elliot che si è mostrato molto amareggiato dalla ridefinizione del piatto. L’Invention Test ha portato alla vittoria di Salvatore ed Alberto, nominati anche capitani per la prova esterna.
Il piatto peggiore è stato quello di Giorgio, costretto ad appendere il suo grembiule e ad abbandonare definitivamente la scalata verso l’incoronazione come migliore chef d’Italia.

La prova esterna è a Milano, nella Caserma Santa Barbara. Le due squadre si sono cimentate nella preparazione di un cocktail rinforzato per ben 150 persone, presenti in caserma per vedere la finale della Coppa Santa Barbara; sembra tutto pronto per la sfida, quando i giudici compiono una mossa inaspettata: i due caposquadra si scambiano di posto, iniziando la prova con i cuochi che aveva scelto l’avversario. Iniziano i primi attriti tra i membri della squadra e gli chef vincitori della prova Mistery, tra tutti spicca Beatrice che ha molto da contestare a Salvatore. Il suo malumore è appoggiato da Cracco che rincara la dose: Proprio non ci sai fare con le donne.

Il buffet va magnificamente ad entrambe le squadre, ma l’ultima parola spetta ai tre spietati giudici: la squadra blu è la vincitrice nella prova esterna, portando quindi la squadra rossa al Pressure Test. Alberto, Michele Guida, Almo e Laura si sono sfidati a coppie per mantenere il proprio grembiule. Al termine del duello, consistente nella preparazione di una parmigiana di melanzane, a spuntarla è Giorgio, mentre Laura è il secondo chef eliminato della puntata.

Durante la puntata, non sono mancati gli strani consigli di Joe Bastianich agli aspiranti Masterchef, che lo hanno reso tra i giudici più apprezzati:

“Devi essere un furbo per fare il furbo”

“Adoro le gare di Polo in Engadina”

Boom anche di cinguettii su Twitter: gli hashtag #Rachida e #MasterchefIt hanno governato i trending topic per l’intero episodio. Appuntamento alla sesta puntata, dove la sfida per il grembiule più ambito diventerà sempre più agguerrita.

Ricerca personalizzata